ERAP MARCHE

ERAP MARCHE (L.R. 36/05, 32/13)  (casa38)

Soggetti interessati:

Cittadini, Enti locali

Iter procedurale:

L.R. 36/05, come modificata da ultimo da L.R. 16/21, istituisce l’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica delle Marche (ERAP Marche), che è un Ente pubblico non economico, dipendente dalla Regione, dotato di personalità giuridica e di autonomia amministrativa, patrimoniale, contabile e gestionale, nonché di regolamento organizzativo a cui viene affidato il  compito di:

1)       realizzare interventi di edilizia residenziale pubblica (ERP) sovvenzionata ed agevolata;

2)       gestire il patrimonio immobiliare proprio e di ERP e le relative attività di manutenzione.

ERAP Marche può altresì fornire a Enti pubblici e privati, previa stipula di apposite convenzioni con questi (in cui definire: servizi prestati; tempi e modalità di erogazione di questi; corrispettivi concordati) prestazioni riguardanti:

1)       servizi per la gestione del patrimonio immobiliare non qualificato come ERP, con le relative attività di manutenzione;

2)       servizi tecnici per: gestione delle gare di appalto; programmazione, progettazione ed attuazione di interventi edilizi ed urbanistici;

3)       servizi attinenti al soddisfacimento delle esigenze abitative, tra cui quelle dell’Agenzia per la locazione;

4)       servizi aggiuntivi agli assegnatari di alloggi ERP, anche nel contesto di insediamenti a proprietà mista;

5)       progettazione di fattibilità tecnico economica, direzione dei lavori, incarichi di supporto amministrativo a favore di Enti pubblici;

6)       supporto tecnico a Comuni nello svolgimento del procedimento di assegnazione di alloggi ERP

Sono organi di ERAP Marche:

1)       Consiglio di Amministrazione, che dura in carica per l’intera legislatura regionale ed è composto da 7 membri eletti dall’Assemblea Regionale con un’unica votazione a cui partecipano candidati in possesso di esperienza maturata come amministratore locale o di Ente pubblico/privato del settore urbanistico, edilizio giuridico, o nelle Organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative nel settore di ERP. Risultano eletti i candidati, rappresentanti di uno specifico presidio di ERAP Marche, che conseguono il maggior numero di voti, facendo in modo da garantire la rappresentanza sia di ogni presidio di ERAP Marche, sia della minoranza assembleare (a cui occorre riservare 2 componenti di 2 differenti presidi). In caso di cessazione anticipata di un componente, l’Assemblea procede alla sua sostituzione, adottando le stesse modalità di elaborazione. Giunta regionale istituisce il Consiglio, nomina il Presidente ed incarica il Consiglio, anche su proposta dei Responsabili dei presidi di:

a)esercitare poteri di indirizzo e controllo sulle attività di ERAP Marche

b)approvare il bilancio e gli atti di programmazione

c)approvare ed applicare il regolamento organizzativo di ERAP Marche

d)raccordare le politiche abitative regionali con le esigenze territoriali degli Enti locali in materia di ERP

e)esercitare la funzione di proposta nei confronti della Regione

f)autorizzare la stipula di accordi, intese, convenzioni

g)deliberare in merito a: alienazioni, acquisti, permute di immobili; costituzione, modifica, estinzione di diritti reali sugli immobili

h)nominare il Segretario di ERAP Marche ed i Responsabili dei presidi, su designazione della Giunta regionale

i)autorizzare la contrazione di mutui o di altre forme di accesso al credito

j)deliberare in materia di liti attive e passive, rinunce, transazioni

Consiglio è convocato dal Presidente almeno ogni due mesi (convocazione straordinaria può essere richiesta da almeno 4 componenti, o dal Revisore dei conti) e le sue riunioni sono valide con l’intervento della maggioranza dei componenti (compreso il Segretario di ERAP Marche), mentre le delibere sono approvate con il voto favorevole della maggioranza dei presenti

2)       Presidente, nominato (per non oltre 2  mandati consecutivi) dalla Giunta regionale, ha il compito di:

a)rivestire la qualifica di rappresentante di legale di ERAP Marche

b)convocare e presiedere il Consiglio di amministrazione, definendone l’ordine del giorno

c)sovrintendere al funzionamento di ERAP Marche, provvedendo all’esecuzione delle delibere adottate dal Consiglio

d)assicurare l’attuazione delle direttive stabilite dalla Giunta regionale in materia di ERP

Presidente nomina, tra i membri del Consiglio, un Vice Presidente, che lo sostituisce in caso di assenza/impedimento

3)       Segretario, nominato tra i dirigenti in servizio presso ERAP Marche, o presso le strutture organizzative della Giunta regionale o degli Enti dipendenti dalla Regione o degli Enti del Servizio Sanitario Regionale, ha il compito di:

a)partecipare alle riunioni del Consiglio, redigendone il verbale;

b)fornire assistenza di tipo giuridico amministrativa al Consiglio;

c)sottoscrivere, previa autorizzazione del Consiglio, protocolli di intesa e convenzioni di rilevanza regionale;

d)sovrintendere  allo svolgimento delle funzioni assegnate ai dirigenti;

e)coordinare l’attività dei Responsabili di presidio;

f)assicurare un esercizio organico ed integrato delle funzioni assegnate ai presidi, anche al fine di una loro specializzazione territoriale

4)       Revisore dei conti, nominato dalla Giunta Regionale tra revisori contabili iscritti nel Registro nazionale, dura in carica 5 anni ed ha il compito di esercitare il controllo sulla gestione di ERAP Marche, con particolare riferimento a:

  • osservanza delle leggi e dei regolamenti;
  • regolare tenuta della contabilità e corrispondenza del rendiconto generale alle risultanze delle scritture contabili;
  • bilancio preventivo e consuntivo e relative variazioni di assestamento;
  • accertamento, almeno ogni trimestre, della consistenza di cassa;
  • esecuzione di ispezioni e controlli;
  • comunicazione immediata alla Giunta Regionale di eventuali irregolarità amministrative e contabili rilevate nella gestione di ERAP Marche

ERAP Marche è organizzato in presidi, aventi competenza nel territorio di ogni Provincia. Ad ogni presidio è preposto un Responsabile, nominato dal Consiglio Amministrazione, tra i dirigenti di ERAP Marche o dei servizi della Regione o degli Enti dipendenti dalla Regione (un dirigente può anche avere la responsabilità di più presidi), per una durata compresa tra 3 e 5 anni (Rinnovabile). Responsabile ha il compito di:

a)dirigere le attività delle strutture componenti presidio, di cui ha la responsabilità a livello di gestione tecnica, amministrativa, finanziaria

b)proporre atti di competenza del Consiglio e del Presidente

c)sottoscrivere previa autorizzazione del Consiglio, accordi, intese e convenzioni di interesse per il presidio

Istituite presso ogni presidio, con decreto del Presidente della Giunta Regionale per l’intera durata della legislatura le Consulte provinciali per le politiche abitative, composte da 7 membri (di cui: 1 designato dalla Provincia; 4 designati dalla Conferenza provinciale delle autonomie; 2 designati dalle Organizzazioni sindacali dei rappresentanti degli inquilini).  Nella prima riunione della Consulta (convocata dal Presidente della Giunta Regionale) viene eletto Presidente e Vice Presidente. Consulta esprime pareri su:

a)sottoscrizione di accordi, convenzioni, intese da parte di ERAP Marche

b)alienazioni, acquisti, permute o modifiche dei diritti reali sugli immobili di ERAP Marche ricadenti nel territorio del presidio

c)pareri in merito ad atti diversi richiesti dalla Giunta Regionale e dell’Assemblea legislativa. Pareri sono espressi dalla Consulta entro 15 giorni dalla richiesta (altrimenti si intendono favorevoli).

L.R. 16/21 stabilisce che per alloggi ERP realizzati prima di anno 2000, ERAP predispone entro 20/1/2022 programma straordinario di alienazione del proprio patrimonio abitativo (non oltre 30%), i cui proventi verranno reinvestiti in:

1)       incremento o valorizzazione del patrimonio abitativo ERAP;

2)       ripiano di eventuale deficit di ERAP;

3)       interventi di manutenzione straordinaria avente carattere di particolare urgenza, interventi di messa in sicurezza ed eliminazione delle barriere architettoniche

Entità aiuto:

Ai componenti del Consiglio di Amministrazione compete solo il rimborso delle spese sostenute e documentate per partecipare alle riunioni del Consiglio (fino ad un massimo di 10 riunioni/anno), mentre al Presidente del Consiglio spetta un’indennità di carica mensile fissata dalla Giunta Regionale, oltre al rimborso delle spese sostenute e documentate. Il Segretario conserva il trattamento giuridico-economico previsto dal contratto applicato al comparto di provenienza. Il Revisore dei conti beneficia di un’indennità pari a 1.000 €/mese oltre al rimborso spese. Giunta Regionale determina il trattamento economico del Responsabile di presidio, comunque non superiore a quello dei dirigenti regionali. Nessun compenso è dovuto ai membri della Consulta provinciale per le politiche abitative.

ERAP Marche dispone di personale proprio, a cui si applica il contratto collettivo nazionale di lavoro della Regione.

Posted in: