CONTRATTI LATTE

CONTRATTI LATTE (Legge 91/15, 160/16)  (latte24)

Soggetti interessati:

Produttori ed acquirente di latte

 

Iter procedurale:

Legge 91/15 ad art. 2 comma 2 stabilisce che contratti stipulati in Italia aventi per oggetto cessione di latte crudo debbono essere stipulati in forma scritta, con durata non inferiore a 12 mesi, salvo rinuncia scritta di agricoltore. Ai fini della definizione di tali contratti, i costi medi di produzione del latte crudo sono elaborati mensilmente da ISMEA, tenendo conto di collocazione geografica di allevatore e destinazione finale del latte crudo.

Legge 91/15 art. 2 comma 2 bis (introdotto da Legge 154/16) consente ad Associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale nel settore latte di “agire in giudizio per inserzione di diritto degli elementi obbligatori di cui sopra nei contratti di cessione del latte crudo”. In caso stessa azione sia proposta anche dalle imprese somministranti il latte si procede “alla riunione dei giudizi”.

Legge 91/15 ad art. 3 definisce modalità di riconoscimento delle Organizzazioni interprofessionali (OP) per il settore lattiero caseario, che debbono dimostrare di rappresentare una quota pari al 25% del settore “o per ciascun prodotto o gruppo di prodotti” (elevata a 50% se OP opera in singola circoscrizione economica, comunque almeno 15% di produzione nazionale).

Legge 160/16 consente ad Associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale nella produzione, trasformazione,  commercializzazione e distribuzione del settore lattiero (Associazioni svolgono attività in almeno 5 Regioni e rappresentano una quota economica del settore almeno pari a 20%) di stipulare, in base ad un mandato loro conferito da imprese  (purchè non vincolate alla cessione/conferimento di latte a cooperative o Organizzazioni riconosciute, di cui socie) accordi quadro relativi alla definizione delle condizioni contrattuali del latte crudo.

Entità aiuto:

Eventuali introiti derivati da sanzioni applicate per violazioni alle relazioni commerciali nel settore destinati a Fondo per investimenti nel settore lattiero caseario.

Legge 160/16 ha stanziato:

  • 000.000 € per anno 2016 per finanziare il sostegno a produttori di latte e prodotti lattiero caseari che stipulano accordi
  • 000.000 € per anno 2016 e 4.000.000 € per anno 2017, per la distribuzione gratuita di latte a persone indigenti
  • risorse per anni 2015 e 2016 per copertura dei costi sostenuti da produttori per interessi su mutui bancari contratti

Efficacia di tali provvedimenti è subordinata ad autorizzazione di Commissione Europea

Posted in: