PAC E INDICATORI DI IMPATTO E RISULTATO

PAC E INDICATORI DI IMPATTO E RISULTATO (Reg. 2115/21, 2290/21)  (cee61)

Soggetti interessati:

Commissione UE, Stati membri, agricoltori in attività

Iter procedurale:

Commissione UE con Reg. 2115/21 ha definito, nell’ambito della riforma PAC per il periodo 1/1/2023 – 31/12/2027, i seguenti indicatori di impatto, risultato, output e contesto ed in particolare per conseguimento di obiettivo:

  • ammodernamento del settore agricolo e delle zone rurali (promuovendo e condividendo conoscenze, innovazione e digitalizzazione nelle settore agricolo incoraggiandone diffusione tra agricoltori tramite migliore accesso a ricerca, innovazione, scambio di conoscenze e formazione) misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: quota del bilancio PAC destinata alla condivisione delle conoscenze ed innovazione
  2. indicatori di risultato: numero di persone beneficiarie di consulenza, formazione, scambio di conoscenze o partecipanti a Gruppi operativi del Partenariato europeo per innovazione (PEI); numero di consulenti beneficiari di un sostegno per essere inseriti nei sistemi di conoscenza ed innovazione in campo agricolo (AKIS); percentuale di aziende beneficiarie di sostegno tramite PAC a tecnologie digitali agricole
  • sostegno al reddito agricolo sufficiente ed alla resilienza del settore agricolo in UE, al fine di rafforzare sicurezza alimentare a lungo termine e diversità agricola, garantire sostenibilità economica della produzione agricola in UE, misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: andamento del reddito agricolo rispetto ad economia nel suo complesso; andamento del reddito agricolo in modo da ridurne fluttuazioni; andamento dei livelli del reddito agricolo per tipo di attività agricola (rispetto alla media nel settore agricolo); andamento del reddito agricolo nelle zone soggette a vincoli naturali (rispetto alla media)
  2. indicatori di risultato: percentuale di superficie agricola utilizzata (SAU) interessata dal sostegno al reddito soggetta a condizionalità; percentuale di agricoltori in possesso di strumenti di gestione di rischio sovvenzionati da PAC; percentuale di pagamenti diretti supplementari per ha. alle aziende ammissibili di dimensioni inferiori alla media; percentuale del sostegno supplementare per ha. in zone che presentano maggiori criticità
  • orientamento al mercato ed incremento di competitività delle aziende agricole a breve e lungo termine (compresa maggiore attenzione alla ricerca, tecnologie, digitalizzazione) misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: aumento della produttività totale dei fattori in agricoltura; entità delle importazioni ed esportazioni di prodotti agroalimentari
  2. indicatori di risultato: percentuale di aziende beneficiarie del sostegno accoppiato al reddito per migliorare loro competitività, sostenibilità, qualità; percentuale di aziende beneficiarie di sostegno ad investimenti per loro ristrutturazione ed ammodernamento (anche per migliorare efficienza delle risorse)
  • miglioramento della posizione degli agricoltori nella catena del valore, misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: valore aggiunto dei produttori primari nella filiera agroalimentare
  2. indicatori di risultato: percentuale di aziende partecipanti a gruppi di produttori, organizzazioni di produttori (OP), mercati locali, filiere di approvvigionamento corte, regimi di qualità finanziate da PAC; percentuale del valore della produzione commercializzata da OP e Gruppi di produttori con programmi operativi in certi settori
  • mitigazione dei cambiamenti climatici ed adattamento agli stessi (anche riducendo emissioni di gas ad effetto serra, migliorando sequestro del carbonio, promuovendo energia rinnovabile) misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: indicatore dei progressi della resilienza nel settore agricolo; emissioni di gas serra prodotte in agricoltura; carbonio organico presente nel suolo di terreni agricoli; produzione sostenibile di energia rinnovabile da biomasse agricole e forestali
  2. indicatori di risultato: percentuale di SAU soggetta ad impegni sovvenzionati da APC volti a migliorare adattamento ai cambiamenti climatici; percentuale di unità di bestiame adulto (UBA) soggetta ad impegni sovvenzionati da PAC per ridurre emissioni di gas serra e/o ammoniaca (anche mediante gestione degli effluenti); percentuale di SAU soggetta a impegni sovvenzionati da PAC volti a ridurre emissioni e mantenere/migliorare stoccaggio di carbonio (compresi prati permanenti, colture permanenti con inerbimento permanente, terreni agricoli in zone umide e torbiere); investimenti sovvenzionati nella capacità di produzione (in Mw) di energia rinnovabile (compresa quella a partire da materie prime biologiche); percentuale di aziende beneficiarie del sostegno PAC ad investimenti volti a contribuire al miglioramento ed adattamento ai cambiamenti climatici, nonché alla produzione di energia rinnovabile o biomateriali; superfici beneficiarie di sostegno per forestazione, agroforestazione e ripristino (incluse ripartizioni); investimenti totali destinati a migliorare prestazioni del settore forestale
  • sviluppo sostenibile ed efficiente gestione delle risorse naturali (acqua, suolo, aria), anche riducendo dipendenza da sostanze chimiche, misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: percentuale di terreni agricoli che presentano un’erosione del suolo moderata e grave; emissioni di ammoniaca prodotte da agricoltura; bilancio lordo dei nutrienti nei terreni agricoli; percentuali di stazioni di monitoraggio delle acque sotterranee dove si rilevano concentrazioni di nitrati superiori a 50 mg/l; indice WEI+ (indice di sfruttamento idrico); rischi, usi ed impatti dei pesticidi
  2. indicatori di risultato: percentuale di SAU soggetta ad impegni sovvenzionati aventi benefici per gestione dei suoli ai fini del miglioramento della qualità del biota del suolo (v. lavorazione ridotta, copertura del suolo con colture, rotazione delle colture anche con leguminose); percentuale di SAU soggetta ad impegni sovvenzionati volti a ridurre emissioni di ammoniaca; percentuale di SAU soggetta ad impegni sovvenzionati per qualità dei corpi idrici, o connessi a migliore gestione dei nutrienti; percentuale di SAU soggetta ad impegni sovvenzionati volti a migliorare equilibrio idrico o ad uso sostenibile dei pesticidi in modo da ridurne rischi ed impatti; percentuale di UBA soggetta ad impegni sovvenzionati volti a migliorarne sostenibilità ambientale; percentuale di aziende beneficiarie di sostegno PAC ad investimenti produttivi e non produttivi a favore delle risorse naturali; numero di operazioni che contribuiscono alla sostenibilità ambientale ed al conseguimento degli obiettivi di mitigazione e adeguamento ai cambiamenti climatici nelle zone rurali; numero di persone beneficiarie di consulenza, formazione, scambio di conoscenze o partecipanti a Gruppi operativi PEI sovvenzionati da PAC in relazione con efficacia di attuazione in campo ambientale e climatico
  • contribuzione ad arresto dei processi di perdita della biodiversità, rafforzando servizi ecosistemici e preservando habitat e paesaggio, misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: indice di avifauna presente nelle zone agricole; percentuale di specie ed habitat di interesse comunitario connessi con agricoltura che presentano tendenza stabile od in aumento, con ripartizione della percentuale per specie di impollinatori selvatici; percentuale di terreni agricoli interessata da elementi caratteristici del paesaggio; diversità delle colture
  2. indicatori di risultato: percentuale di SAU sovvenzionata da PAC per agricoltura biologica (ripartita tra mantenimento ed adozione del biologico); percentuale di terreni forestali soggetti ad impegni volti a sostenere protezione delle foreste e gestione dei servizi ecosistemici; percentuale di SAU sovvenzionata soggetta ad impegni in materia di gestione a sostegno della conservazione e/o ripristino della biodiversità (comprese pratiche agronomiche ad elevato valore naturalistico); percentuale di aziende beneficiarie del sostegno PAC ad investimenti volti a contribuire alla biodiversità; percentuale di interazione Natura 2000 soggetta ad impegni sovvenzionati; percentuale di SAU soggetta ad impegni sovvenzionati in materia di gestione degli elementi caratteristici del paesaggio (incluse siepi ed alberi); percentuale di alveari sostenuti da PAC
  • attrazione e sostenimento di giovani agricoltori ed altri nuovi agricoltori, facilitando lo sviluppo sostenibile nelle zone rurali, misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: andamento del numero di nuovi agricoltori e di nuovi giovani capi di azienda agricola (compresa ripartizione per genere)
  2. indicatori di risultato: numero di giovani agricoltori che si sono insediati beneficiando del sostegno PAC (compresa ripartizione di genere)
  • promozione occupazione, crescita, parità di genere (compresa partecipazione delle donne ad agricoltura), inclusione sociale, sviluppo locale nelle zone rurali (compresa bioeconomia circolare e silvicoltura sostenibile) misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: andamento del tasso di occupazione nelle zone rurali (compresa ripartizione di genere); evoluzione del prodotto interno lordo (PIL) pro capite nelle zone rurali; distribuzione del sostegno erogato dalla PAC; andamento dell’indice di povertà nelle zone rurali
  2. indicatori di risultato: nuovi posti di lavoro grazie a progetti sovvenzionati da PAC; percentuale della popolazione rurale interessata dalle strategie di sviluppo locali; numero di imprese rurali (comprese quelle della bioeconomia) create grazie a finanziamenti della PAC; numero di strategie “Piccoli Comuni intelligenti” sovvenzionate da PAC; percentuale di popolazione rurale beneficiaria di migliore accesso ai servizi ed alle infrastrutture grazie al sostegno della PAC; numero di persone coperte da progetti di inclusione sociale sovvenzionate
  • migliore risposta di agricoltura UE alle esigenze della società in materia di alimentazione e salute, compresi alimenti di alta qualità, sani e nutrienti, prodotti in modo sostenibile, con riduzione di sprechi alimentari, benessere degli animali, contrasto alle resistenze antimicrobiche, misurabile tramite seguenti:
  1. indicatori di impatto: vendita/utilizzo di antimicrobici per animali destinati alla produzione di alimenti; valore della produzione oggetto di regimi di qualità UE e della produzione biologica
  2. indicatori di risultato: percentuale di UBA soggetta ad azioni di sostegno volte a limitare uso di antimicrobici o a migliorare benessere degli animali

A livello di indicatori di output si avrà relativamente a:

  • cooperazione: numero di progetti di Gruppi operativi del PEI; numero di gruppi e di OP sovvenzionati; numero di beneficiari che ricevono sostegno per partecipare ai regimi di qualità UE; numero di operazioni per ricambio generazionale (escluso sostegno per insediamento); numero di strategie di sviluppo locale (iniziativa LEADER) o di azioni preparatorie sovvenzionate; numero di altre operazioni di cooperazione sovvenzionate (escluso PEI)
  • scambio di conoscenze e diffusione delle informazioni: numero di azioni o unità di consulenza destinate a fornire sostegno ed innovazione per preparazione o attuazione dei progetti dei Gruppi operativi del PEI
  • sostegno di base al reddito: numero di ha. beneficiari del sostegno di base al reddito
  • pagamento per piccoli agricoltori: numero di beneficiari o di ha. che usufruiscono dei pagamenti per piccoli agricoltori
  • sostegno complementare al reddito per giovani agricoltori: numero di ha. beneficiari di tale sostegno
  • sostegno redistributivo al reddito: numero di ha. beneficiari di tale sostegno
  • regimi ecologici: numero di ha. o di UBA beneficiari di tali regimi
  • strumenti di gestione del rischio: numero di unità da strumenti di gestione del rischio finanziato da PAC
  • sostegno accoppiato al reddito: numero di ha. o di UBA beneficiari di tale sostegno
  • vincoli naturali o altri vincoli territoriali specifici: numero di ha. beneficiari di sostegno nelle zone soggette a tali vincoli compresa riduzione per tipo di zona
  • svantaggi territoriali specifici derivanti da determinati requisiti obbligatori: numero di ha. beneficiari di sostegno nell’ambito di Natura 2000 o Direttiva 2000/60/CEE
  • impegni in materia di ambiente e clima ed altri impegni in materia di gestione: numero di ha. (esclusi terreni forestali o numero di ha. forestali) interessati da impegni in campo climatico o ambientale che vanno oltre i requisiti obbligatori; numero di ha. oggetto di impegni di manutenzione per forestazione ed agroforestazione; numero di ha. beneficiari del sostegno ad agricoltura biologica; numero di UBA beneficiari del sostegno al benessere e salute di animali o miglioramento delle misure di biosicurezza; numero di operazioni e unità a sostegno delle risorse genetiche
  • investimenti: numero di operazioni sovvenzionate per investimenti produttivi o non produttivi in azienda o fuori azienda o per infrastrutture
  • insediamento di giovani agricoltori e di nuovi agricoltori ed avvio di nuove imprese rurali: numero di giovani agricoltori o di nuovi agricoltori beneficiari di sostegno per insediamento; numero di imprese rurali beneficiarie di sostegno ad avvio di nuove imprese
  • scambio di conoscenze e diffusione di informazioni: numero di operazioni od unità di formazione, consulenze e sensibilizzazione sovvenzionate
  • tipi di intervento in taluni settori: numero di programmi operativi sovvenzionati
  • tipi di intervento nel settore vitivinicolo: numero di azioni o unità sovvenzionate nel settore vitivinicolo
  • tipi di intervento nel settore apicoltura: numero di azioni o unità per mantenimento o miglioramento di apicoltura

A livello di indicatori di contesto si avrà per:

  • popolazione: popolazione totale; densità di popolazione; struttura di età della popolazione
  • superficie complessiva: superficie complessiva; copertura del suolo
  • mercato del lavoro: tasso di occupazione o disoccupazione nelle zone rurali, distinto per settore, tipo di Regione, attività economica
  • economia: PIL pro capite; tasso di povertà; valore aggiunto lordo in agricoltura distinto per settore, tipo di Regione, produttori primari
  • aziende agricole ed agricoltori: aziende agricole (fattorie); manodopera agricola; struttura di età dei capi di azienda, formazione agraria dei capi di azienda; nuovi capi di azienda e nuovi giovani capi di azienda
  • terreni agricoli: superficie agricola utilizzata (SAU); terreni irrigui; attività agricola nelle zone Natura 2000; zone soggette a vincoli naturali ed altri vincoli specifici; terreni agricoli interessati da elementi caratteristici del paesaggio; diversità delle colture
  • allevamento: unità di bestiame adulto (UBA); densità del bestiame
  • reddito agricolo e di azienda: reddito dei fattori in agricoltura; confronto tra reddito agricolo e costo della manodopera non agricola; reddito agricolo distinto per tipo di agricoltura, Regione, dimensione di azienda, zone soggette a vincoli naturali ed altri vincoli specifici; investimenti fissi lordi nel settore agricolo
  • produttività agricola: produttività totale dei fattori in agricoltura; produttività della manodopera nei settori di agricoltura, silvicoltura ed industria alimentare
  • scambi di prodotti agricoli: importazioni ed esportazioni di prodotti agricoli
  • altre attività remunerative: infrastrutture turistiche
  • pratiche agronomiche: superficie agricola investita in agricoltura biologica; agricoltura intensiva; valore della produzione oggetto di regimi di qualità di UE e della produzione biologica
  • biodiversità: indice di avifauna presente nella zona agricola; percentuale di specie ed habitat di interesse UE connessi con agricoltura che presentano tendenza stabile o in aumento
  • acqua: utilizzo di acqua in agricoltura; qualità di acqua; bilancio lordo dei nutrienti (azoto, fosfroto); nitrati nelle acque sotterranee
  • suolo: carbonio organico nei terreni agricoli; erosione del suolo per azione dell’acqua
  • energia: produzione sostenibile di energia rinnovabile da biomassa agricola e forestale; uso di energia nei settori di agricoltura, silvicoltura, industria alimentare
  • clima: emissioni di gas ad effetto serra prodotte da agricoltura; indicatore dei progressi della resilienza nel settore agricolo; perdite dirette in agricoltura imputabili a calamità;
  • aria: emissioni di ammoniaca prodotte da agricoltura
  • salute: vendite/utilizzo di antimicrobici per animali destinati alla produzione di alimenti; rischi, uso ed impatto dei pesticidi

Commissione UE con Reg. 2290/21 ha definito negli Allegati pubblicati su GUCE 458/21 i metodi per calcolare gli indicatori di:

  • output comprendenti tra l’altro:
  1. metodi di calcolo degli indicatori di output da usare per verificare efficacia di attuazione
  2. metodi di rendicontazione degli anticipi da usare per verificare efficacia di attuazione
  3. metodi di rendicontazione dei valori (aggregati o meno) degli indicatori di output da usare ai fini del monitoraggio, comunicazione e valutazione
  4. metodi di calcolo per valori aggregati degli indicatori di output da usare ai fini di monitoraggio, comunicazione e valutazione
  5. finanziamenti nazionali integrativi per indicatori di output
  6. norme per evitare doppia contabilizzazione negli indicatori di output da usare ai fini di monitoraggio, comunicazione e valutazione
  • risultato comprendenti tra l’altro:
  1. collegamento tra obiettivi specifici, indicatori di risultato ed interventi
  2. metodi di calcolo dettagliati per indicatori di risultato
  3. norme per evitare doppia contabilizzazione negli indicatori di risultato
  4. denominatori degli indicatori di risultato
  5. ripartizione degli indicatori di risultato per la rendicontazione
  6. coefficienti di conversione degli animali in unità di bestiame adulto (UBA)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Posted in: