IMPOSTE REGISTRO, IPOTECARIE, CATASTALI

IMPOSTE REGISTRO, IPOTECARIE, CATASTALI ( D.Lgs. 347/90; D.P.R. 131/86; Legge 191/04, 266/05, 231/11, 128/13, 124/17)  (tasse 01)

Soggetti interessati:

Chiunque intende effettuare una trascrizione, annotazione, iscrizione, rinnovazione su pubblici registri immobiliari (comprese trascrizioni certificati successione), od esegue volture catastali, con esclusione di trasferimenti di beni a favore di Stato, Regioni, Province, Comuni, Enti Pubblici, Fondazioni ed Associazioni senza scopo di lucro.

Iter procedurale:

La Legge 124/17 ad art. 1, comma 151 stabilisce che gli atti catastali, sia urbani che rurali inerenti ad aggiornamento geometrico e denunce di variazione possono essere redatti e sottoscritti anche da soggetti in possesso del titolo di agrotecnico iscritto ad Albo professionale.

Trascrizione, annotazione, iscrizione … ipotecaria da eseguire su pubblici registri immobiliari entro 30 giorni da atto (Certificati successione entro 60 giorni).

All’atto della trascrizione, annotazione … o volture catastali occorre pagare in unica soluzione presso Ufficio Registro imposta ipotecaria e catastale. Agevolazione imposta acquisto terreno ed abitazione è concessa, su richiesta di soggetti acquirenti che non “agiscono nell’esercizio di attività commerciali, artistiche e professionali” avanzata al notaio al momento sottoscrizione atto di compravendita.

Imposta ipotecaria commisurata a base imponibile per le trascrizioni e ad ammontare del credito per le iscrizioni, comunque non inferiore ad imposta fissa.

Imposte catastali per volture dovute in:

  • misura fissa per atti che non  comportano trasferimento di beni immobili, o diritti immobiliari, o fusioni di società, o acquisto “prima casa” non di lusso;
  • misura pari a 10/mille del valore dei beni negli altri casi, comunque non inferiore ad imposta fissa.

A partire da 31 Luglio 2004 imposta di registro, ipotecaria, catastale per beni immobili diversi da “prima casa” di abitazione rivalutata del 20%.

Ufficio Registro, pena decadenza, richiede:

–          entro 3 anni da esecuzione atto: imposte dovute e non pagate;

–          entro 5 anni da violazione: soprattasse e multe

Interessato richiede, entro 3 anni da pagamento, pena decadenza eventuale rimborso di imposte, soprattasse e multe indebitamente pagate.

Entità aiuto:

La Legge 266/05 stabilisce che per cessioni di immobili ad uso abitativo e relative pertinenze tra persone fisiche, che “non agiscono nell’esercizio di attività commerciali, artistiche e professionali”, la base imponibile per la imposta di registro, ipotecaria e catastale è data “indipendentemente dal corrispettivo pattuito indicato nell’atto” per: terreni dal valore domenicale risultante in catasto moltiplicato per 60; fabbricati dal reddito aggiornato risultante in catasto moltiplicato per 80. A questa agevolazione si aggiunge anche riduzione degli onorari notarili del 20% e la esclusione dai successivi controlli da parte di Agenzia delle Entrate.

In caso di trasferimenti di beni immobili in aree soggette a piani urbanistici particolareggiati, applicata  imposta ipotecaria e catastale fissa, purché utilizzo edificatorio di area avvenga entro 5 anni da trasferimento

DPR 131/86 stabilisce che a partire da 1/1/2014:

  • imposta registro per atti di trasferimento proprietà a titolo oneroso di beni immobiliari in genere, o costitutivi di diritti reali di godimento (compresa rinuncia agli stessi), o provvedimenti di espropriazione per pubblica utilità, o trasferimenti coattivi è pari a 9%
  • imposta di registro per trasferimento case di abitazione (Escluse quelle di categoria catastale A1, A8, A9), compresa la nuda proprietà, usufrutto, uso ed abitazione di queste è pari a 2%, purché:
  1. immobile risulti ubicato nel Comune dove acquirente risiede o risiederànei 18 mesi successivi, o svolge propria attività, o se residente all’estero risulta 1° casa in Italia;
  2. acquirenti dichiari nell’atto di non essere titolare esclusivo o in comunione con coniuge di diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione di altra casa nel Comune oggetto di intervento o di altre case (neppure per quota) acquistate con agevolazioni pubbliche
  3. nell’atto di acquisto acquirente dichiari di non essere titolare, neppure per quota in regime di comunione legale, su tutto il territorio nazionale di diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, nuda proprietà di altra abitazione acquistata da stesso soggetto o coniuge di questo con le agevolazioni suddette. Legge 208/15 consente ad acquirente che non soddisfa tale requisito di beneficiare di aliquota al 2% purchè altro immobile posseduto venga alienato entro 1 anno dalla data dell’atto, altrimenti applicazione di sanzione.

Stesse agevolazioni operano per acquisto (anche con atto separato) delle pertinenze (comprese unità immobiliari classificate nelle categorie catastali C/2, C/6, C/7) destinate al servizio di casa di abitazione.

Imposta comunque non inferiore a 1.000 €.

Tali atti presentati a catasto e registri immobiliari sono altresì esenti da imposta di bollo, tributi speciali catastali, tasse ipotecarie. €

Legge 128/13 stabilisce che imposte registro, ipotecaria e catastale è dovuta in maniera fissa a partire da 1/1/2014 anche, per atti giudiziari (pubblicati o emanati), donazioni, scritture private (autenticate o meno), denunce presentate dopo tale data per registrazione, formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione.

Registrazione di atti di natura dichiarativa relativi a beni o rapporti di qualsiasi natura: 1%.

Registrazione atti di società con conferimento di diritti reali di godimento su fabbricati destinati ad esercizio attività commerciali, o su aree destinare a costruzione entro 5 anni di fabbricati: 4% (130 € fisse, in caso di conferimento diritto reale di godimento, o proprietà di aziende, o  singoli rami di impresa, o conferimento di denaro e beni mobili, o passaggio di capitale di riserva con versamento di soci, o fusione di società, o conversioni di azioni in obbligazioni, o conferimento di singoli rami di impresa, o altre modifiche statutarie)

Imposta di registro per contratti di locazione beni immobili pari a 2% (0,5% in caso di affitto fondi rustici, comunque non inferiore a 67 €). In caso di cessione senza corrispettivo dei suddetti contratti: imposta fissa di 67 €. Imposta su concessione beni demaniali pari a 2%, mentre in caso di concessione di diritti su acqua a tempo determinato pari a 0,50%.

Imposta di registro per cessione di crediti, compensazione e remissione di debiti, rilascio di garanzie reali e personali a favore di terzi: 0,50%

Registrazione atti di natura traslativa riguardante: motocicli di qualsiasi titolo, motocarrozzette, trattrici agricole, autovetture fino a 53 Kwh o autobus e trattori stradali pari a 75 € (1,8 € in più per Kw oltre 53; 0,9 € in più per ogni Kw oltre 110).

Registrazione atti dell’Autorità ordinaria in materia di controversie, compresi provvedimenti di assegnazione, scioglimento, comunione: 3% se recanti condanna al pagamento di somme (1% se contenenti accertamento diritti patrimoniali; 130 € se non contenenti condanne od accertamenti, ma dichiarazione di nullità di atti o risoluzione di contratto, o determinanti scioglimento matrimonio)

Registrazione atti aventi per oggetto prestazioni a contenuto patrimoniale: 3%.

Registrazione contratti preliminari di ogni specie, o atti pubblici e scritture private autenticate aventi per oggetto prestazioni non a contenuto patrimoniale, o negoziazione di quote di partecipazione in società, o atti costitutivi e modifiche statutarie concernenti ONLUS: 130 €. €

Nel caso di registrazione di atti solo in caso d’uso (quali cessioni di aziende, o costituzione diritti reali di godimento su queste senza cessione di beni, o scritture private non autenticate avente per oggetto contratti di locazione immobili per durata inferiore a 30 giorni/anno, o comodato di beni mobili, o prestazioni non a contenuto patrimoniale, o procure e deleghe per interventi in assemblea, o atti di espropriazione per pubblica utilità, o mandati ed ordini di pagamento nelle casse di Amministrazioni pubbliche, o libretti di conto corrente, o contratti di prestazione lavoro autonomo, compresi contratti di collaborazione coordinata e continuativa: 130 €. €

Registrazione di quietanze rilasciate mediante scritture private non autenticate: 0,5%

Sanzioni:

In caso di dichiarazioni mendaci, o di trasferimento per atto a titolo oneroso/gratuito di immobili acquistati con riduzione imposta di registro prima di 5 anni: imposte di registro, ipotecarie e catastali dovute in misura ordinaria + sopratassa pari a 30% della precedente + interessi di mora. Nessuna sanzione in caso contribuente entro 1 anno da vendita immobiliare acquistato con benefici fiscali procede ad acquisto di altro immobile come abitazione principale.

Per ritardo pagamento imposte: interessi di mora + soprattassa pari a 20% imposta dovuta

Chiunque omette o ritarda richiesta di trascrizione o annotazione ipotecaria: multa da 1 a 3 volte imposta dovuta. Se inadempienza riguarda atti soggetti ad imposta fissa o non soggetti ad imposta o per i quali imposta regolarmente versata: multa da 25 a 300 €.

Posted in: