EXPORT PASTA

EXPORT PASTA (Reg. 88/07)  (cereal08)

Soggetti interessati:

Chiunque intende esportare pasta alimentare fuori dal territorio CE, compresi Stati Uniti d’America

Iter procedurale:

Autorità doganale rilascia dichiarazione di esportazione (denominata “certificato P2”  il cui modello è stato riportato su GU.CE 21/07) a quanti inviano paste alimentari verso Stati Uniti d’America. “Certificato P2” contrassegnato da numero d’ordine progressivo, rilasciato in 3 copie ad esportatore munito di vidimazione, che deve presentarlo ad “Ufficio doganale della Comunità all’atto di accettazione della dichiarazione di esportazione verso Stato Uniti d’America”.

Tale Ufficio doganale dovrà: riportare nel “Certificato P2” se le merci esportate beneficiano o meno di una restituzione; verificare completezza della compilazione; procedere alla sua vidimazione.

Organismo pagatore provvede a liquidare restituzione per pasta alimentare esportata verso Stati Uniti d’America, purché ricorrono condizioni stabilite da CE e venga presentato “Certificato P2” vidimato da Ufficio doganale.

MI.P.A.F. comunica a Commissione CE, entro la fine di ogni mese, dati relativi ai quantitativi di pasta alimentare, specificando quantitativi che beneficiano o meno di restituzione ad esportazione per i quali nel mese precedente sono stati vidimati certificati da Uffici doganali.

Entità aiuto:

Esportazione di paste alimentari verso destinazione diversa da Stati Uniti d’America comporta restituzione diversa da quella fissata per Stati Uniti d’America.

Nessuna restituzione per prodotti cerealicoli posti sotto il regime di perfezionamento attivo, utilizzati per fabbricazione di paste alimentari esportate verso Stati Uniti d’America.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Posted in: