ELENCO ASSAGGIATORI OLIO OLIVA

ELENCO ASSAGGIATORI OLIO OLIVA (Legge 169/92, 313/98; D.M. 17/01/05, 16/04/07, 01/04/08, 27/07/09, 24/03/10, 18/06/14; D.G.R.M. 02/08/99; D.D.S. 23/01/15, 15/01/16)  (olio10)

Soggetti interessati:

MI.P.A.A.F., Ispettorato Centrale di Tutela Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF), Centro ricerca per olivicoltura ed industrie olearie di Pescara (CRA –OLI), Camera di Commercio, Consiglio Olivicolo Internazionale (COI), Assaggiatori olio di oliva vergine ed extravergine per certificare qualità olio ed avere dicitura DOC

Iter procedurale:

Istituita presso MI.P.A.A.F. Commissione di valutazione oli composta da 3 rappresentanti MI.P.A.A.F. (di cui 1 con funzioni di Presidente), 3 rappresentanti di Regioni, 1 rappresentante del CRA – OLI, 1 rappresentante di ICQRF, 1 rappresentante UnionCamere, con il compito di esprimere parere in materia di riconoscimento o revoca panel di assaggio. Validità della riunione se presenti almeno 5 membri e pareri espressi a maggioranza dei presenti.

MI.P.A.A.F. con D.M. 18/6/14 definito criteri di riconoscimento di panel di assaggiatori (cioè Comitato di assaggio di oli di oliva vergine), capo panel (cioè responsabile del panel di assaggiatori) e caratteristiche oli di oliva vergini, comprendente:

–          corsi di assaggiatori di olio oliva vergine, avente durata non inferiore a 35 ore, effettuati da Enti ed Organismi, pubblici e privati, previa autorizzazione di Regione (da trasmettere a MI.P.A.A.F.), in cui attuato corso, rilasciata qualora:

a)       responsabile del corso e della corretta esecuzione del programma didattico sia un capo panel operante in Comitato di assaggio ufficiale o professionale riconosciuto

b)       programma del corso comprende:

1)          prove selettive di verifica requisiti fisiologici di ogni candidato mediante almeno 4 serie di prove per ognuno dei 4 attributi indicati da Reg. 1568/91 (riscaldo, avvinato, rancido, amaro)

2)          almeno 4 prove pratiche atte a familiarizzare assaggiatore con numerose varianti olfatto-gustativo-tattili offerte da oli vergini di oliva, nonché metodologia sensoriale prevista da reg. 1568/91

3)          seguenti materie: principi agronomici della coltura di olivo; trasformazione e conservazione oli; caratteristiche chimiche e chimico-fisiche di oli di oliva vergine e relativa normativa

Ai partecipanti che superano prove selettive rilasciato da Ente organizzatore attestato di frequenza e di idoneità fisiologica ad assaggio oli di oliva vergine sottoscritto da capo panel responsabile del corso, mentre a partecipanti che non superano prove selettive rilasciato semplice attestato di frequenza.

–          corso di formazione di capo panel, organizzati da Enti od Organismi pubblici che inviano richiesta autorizzazione a MI.P.A.A.F. tramite CRA Oli, specificando:

a)       struttura presso cui svolgere corso;

b)       numero ore di lezione e materie di insegnamento riguardanti: normative UE e nazionale su modalità di riconoscimento panel di assaggiatori; allestimento sala di assaggio; condizioni di prova e conservazione di campioni; funzioni di capo panel; determinazione soglia media di riconoscimento; attributi per selezione di assaggiatori; organizzazione, gestione, funzioni e regole di condotta di assaggiatori; valutazione statistica ed elaborazione dati;

c)       prove pratiche di valutazione e classificazione di oli vergini di oliva;

d)       durata del corso (almeno 35 ore);

e)       nominativi di docenti con relative materie di insegnamento;

f)        elenco di candidati ammessi a partecipare al corso, corredato di documentazione attestante possesso dei loro requisiti.

Capo panel comitato di assaggio ufficiale operante presso CRA Oli verifica conformità domanda e predispone relazione attestante rispetto condizioni normativa da inviare a MI.P.A.A.F. che trasmette autorizzazione ad Ente organizzatore (per conoscenza a Regione)

Per partecipare a tale corso occorre essere iscritti in Elenco nazionale ed aver operato, da almeno 3 anni, in Comitato di assaggio riconosciuto da MI.P.A.A.F.

Ai partecipanti che hanno superato corso rilasciato attestato di idoneità. Qualifica di capo panel attribuita al momento di costituzione di panel assaggiatori e permane per periodo di attività dello stesso

–          elenco nazionale di tecnici ed esperti di oli di oliva vergini ed extravergini, articolato su base nazionale, tenuto presso MI.P.A.A.F. PQAI IV che ne cura pubblicazione su sito internet di Ministero. Regioni provvedono a pubblicare elenco di competenza nei rispettivi Bollettini regionali. Per essere iscritto occorre:

a)       attestato di idoneità fisiologica, conseguito al termine di corso per assaggiatori;

b)       attestato rilasciato da capo panel attestante partecipazione ad almeno 20 sedute di assaggio, tenute in diverse giornate, nei 18 mesi precedenti comprendenti ognuna almeno 3 valutazioni organolettiche.

Domanda di iscrizione inviata a Camera di Commercio, dove si intende operare, specificando: nome e cognome; luogo e data di nascita; residenza e domicilio; documentazione attestante possesso dei requisiti di cui sopra. Camera di Commercio, verifica regolarità domanda, entro 30 giorni, eventualmente chiedendo chiarimenti/integrazioni. Al termine di istruttoria, Camera di Commercio propone nominativi ritenuti idonei a Regione, che provvede a loro iscrizione in Elenco, comunicandolo a Ministero e, tramite Camera di Commercio, ad interessato

Cancellazione da Elenco nazionale disposta da Regione, o su segnalazione di Camera di Commercio, o su richiesta di interessato, o di ufficio in caso accertate gravi inadempienze durante esercizio attività di tecnico assaggiatore. MI.P.A.A.F. provvede ad aggiornamento di Elenco nazionale.

Regioni, previa intesa con Camera di Commercio, possono delegare loro procedure di iscrizione e cancellazione da Elenco

Regione trasmette entro 28 Febbraio elenco aggiornato dei tecnici ed esperti olio di oliva vergini ed extravergini vigenti al 31 Dicembre a MI.P.A.A.F. per pubblicazione su Gazzetta Ufficiale entro 31 Marzo (Elenco esperti Marche iscritti al 31/12/2015 approvato con D.D.S. 10 del 15/01/2016 pubblicato su BUR 11/15).

Tecnici ed esperti in possesso di attestato di idoneità di capo panel sono iscritti con apposita annotazione. Tecnici ed esperti di oli di oliva vergini ed extravergini possono chiedere trasferimento di iscrizione ad altro Elenco regionale, previo assenso di Regione iniziale ad invio a Ministero di nuova situazione da parte Regione ricevute

–          riconoscimento panel di assaggiatori. Panel di assaggiatori o “Comitato di assaggio ufficiale/professionale” istituito su iniziativa di Amministrazioni pubbliche, Enti ed Associazioni professionali od interprofessionali e riconosciuti con decreto MI.P.A.A.F., che inoltra domanda di riconoscimento, controfirmata da capo panel, a Ministero, tramite CRA Oli (per conoscenza a Regione, dove panel risiede), allegando:

a)       documenti relativi a composizione di panel;

b)       requisiti di singolo componente;

c)       attrezzature e strutture con cui opera panel.

Capo panel Comitato di assaggio di CRA Oli esamina domanda ed invia relazione a MI.P.A.A.F., attestando esistenza o meno dei requisiti richiesti. Ministero adotta atto di riconoscimento ed iscrive panel in Elenco nazionale dei panel di assaggiatori. Ministero aggiorna Elenco nazionale di panel assaggiatori riconosciuti e lo pubblica su sito www.politicheagricole,gov.it diviso in: Sezione A (panel di assaggiatori ufficiali); Sezione B (panel di assaggiatori professionali)

Oneri necessari per accertamento dei requisiti di panel sono a carico di richiedenti

Panel composto da capo panel e da tecnici/esperti assaggiatori selezionati e preparati secondo linee guida di COI ed iscritti in Elenco nazionale con il compito di accertare caratteristiche organolettiche di oli di oliva vergini (in particolare riferimento a quelli DOP/IGP od oggetto di scambi commerciali).

Capo panel per motivi giustificati può essere sostituito nella seduta di assaggio da vice capo panel avente stessi requisiti di capo panel e purché suo nominativo comunicato a Ministero, tramite CRA Oli, “prima che questa inizia la propria attività”.

Mantenimento del riconoscimento di panel assaggiatori subordinati al programma dei requisiti richiesti (in particolare affidabilità ed armonizzazione criteri di percezione del panel

Panel di assaggiatori, fatto salvo anno di riconoscimento, debbono:

–          effettuare entro ogni anno almeno 10 valutazioni, altrimenti occorre fornire a CRA Oli “valide e comprovate giustificazioni da sottoporre ad esame di Commissione”. In tale calcolo escluse prove organolettiche di verifica nazionale ed internazionale

–          partecipare a valutazioni organolettiche di verifica previste per controllo periodico ed armonizzazione criteri percettivi di cui a Reg. 1568/91 ed organizzate da capo panel Comitato di assaggio di CRA Oli, anche in collaborazione con Enti esperti in materia sensoriale

–          comunicare subito a CRA Oli ogni variazione di propria struttura e composizione, nonché entro 1 Marzo informazioni su composizione e numero di valutazioni eseguite nel corso di anno precedente

Mancanza a tali adempimenti comporta revoca di riconoscimento, previa acquisizione parere di Commissione di valutazione

CRA Oli verifica rispetto di adempimenti di cui sopra ed in caso di accertata insussistenza, anche di 1 solo di questi, invia rapporto contenente proposta di revoca del riconoscimento a MI.P.A.A.F. che lo sottopone ad esame di Commissione di valutazione e procede a revoca riconoscimento se questa ha dato parere favorevole        Se risultati delle analisi organolettiche risultano difformi da categoria di olio di oliva vergine dichiarata, panel di assaggiatori operante presso laboratorio di CRA – OLI o Laboratorio chimico regionale di Roma di Agenzie Dogane, o Laboratorio centrale di Roma di ICQRF incaricati di eseguire le controanalisi

Nel caso di campioni di olio di oliva vergine prelevati da prodotto italiano venduto in altri Stati UE e trasmessi in Italia da competenti Autorità, suddetti laboratori inviano risultati delle analisi, corredati da relazione, ad ICQRF, che ne notifica risultati ad Autorità di Stati membri da cui provengono campioni

Entità aiuto:

Oneri necessari per accertamento requisiti panel assaggiatori professionali od interprofessionali sono a carico dei richiedenti

Ai componenti Commissione valutazione non corrisposto alcun emolumento, indennità, rimborso spese

Posted in: