DIA

DIA (D.P.R. 633/72)  (pmi16)

Soggetti interessati:

Chiunque intende intraprendere attività di impresa, arte e professione nel territorio dello Stato o vi costituisce una stabile organizzazione.

Iter procedurale:

Soggetti interessati inviano entro 30 giorni ad Uffici locali di Agenzia delle entrate dichiarazione di inizio attività (DIA) su modelli predisposti da questa contenente:

  • per persone fisiche: cognome e nome; luogo e data di nascita; codice fiscale; residenza (domicilio fiscale di eventuale ditta);
  • per persone giuridiche: natura giuridica; denominazione, ragione sociale o ditta; sede legale od amministrativa o domicilio fiscale; codice fiscale di almeno 1 persona rappresentante di azienda;
  • per soggetti residenti all’estero: ubicazione estera di organizzazione;
  • tipo ed oggetto di attività; luogo in cui questa attuata anche a mezzo di sedi secondarie, o filiali, o stabilimenti, o succursali, o negozi, o depositi; luogo in cui sono conservati i libri, registri, scritture e documenti prescritti;
  • per soggetti che svolgono attività di commercio elettronico: indirizzo sito web; dati identificativi di internet service provider;
  • per soggetti che intendono effettuare operazioni intracomunitarie: volontà di effettuare dette operazioni

In caso di variazione di alcuni dei suddetti elementi, o cessazione di attività, soggetto deve comunicarlo entro 30 giorni (in caso di cessazione di attività, suoi effetti decorrono 30 giorni dopo ultima operazione per liquidazione azienda). Se variazione riguarda il trasferimento del domicilio fiscale, questa “ha effetto dopo 60 giorni da evento“. In caso di fusione, scissione, conferimento di azienda o altra trasformazione che comporta estinzione del soggetto, dichiarazione viene presentata dal soggetto risultante da tale trasformazione.

In base ad Accordo Stato – Regioni del 06/07/2017 è stato esteso a tutti gli operatori del settore alimentare, impegnati nelle attività elencate nell’Allegato di Accordo pubblicato su GU 190/17, l’utilizzo del modello standard per la presentazione di segnalazioni, comunicazioni e istanze, anche relative ad attività diverse da quelle commerciali, “laddove non sia prescritto il riconoscimento”.