ALLEVAMENTI INDUSTRIALI

ALLEVAMENTI INDUSTRIALI (D.P.R. 917/86; D.M. 15/03/19)  (zoo29)

Soggetti interessati:

Ministero Economia e Finanze (MEF); Ministero Politiche Agricole, Alimentari, Forestali (MIPAAF); chiunque possiede allevamenti di tipo industriale

Iter procedurale:

MEF, di concerto con MIPAAF, ha fissato con DM 15/03/2019 per il biennio 2018 e 2019, ai fini della determinazione del reddito derivante dall’allevamento di animali, il cui “mangime ottenibile per almeno il 25% dal terreno aziendale”:

  1. il numero dei capi rientranti in tale limite, tenuto conto della potenzialità produttiva dei terreni e delle unità foraggere occorrenti per l’alimentazione delle varie specie allevate (elementi riportati nelle Tabelle 1, 2, 3 del DM 15/03/2019 pubblicate su GU 80/19);
  2. il valore medio del reddito agrario riferibile ad ogni capo allevato entro tale limite; coefficiente moltiplicatore previsto dall’ 56 di DPR 917/86.

Nel caso dei soggetti che esercitano l’allevamento oltre tale limite (allevamenti industriali), il reddito eccedente concorre al reddito di impresa per un ammontare determinato attribuendo ad ogni capo un reddito pari al valore medio del reddito agrario riferibile a questo se allevato entro tale limite moltiplicato per un coefficiente (fissato per il periodo 2018 e 2019 pari a 2) idoneo a tenere conto delle diverse incidenze delle spese ed altre componenti negative non ammesse in deduzione. Coefficiente di moltiplicazione non è applicato a quegli allevatori che si avvalgono solo della manodopera dei propri familiari. Contribuente ha facoltà, in sede di dichiarazione dei redditi, di non avvalersi di queste disposizioni

Posted in: