ALBO COOPERATIVE SOCIALI (Legge 381/91; L

ALBO COOPERATIVE SOCIALI (Legge 381/91; L.R. 50/95)  (social14)

Soggetti interessati:

Cooperative sociali e loro Consorzi con sede legale nelle Marche, purché:

– hanno come finalità:

   a) gestione di servizi socio-sanitari ed educativi;

   b) svolgimento di attività diverse (Agricole, industriali, commerciali …) finalizzate ad inserimento lavorativo persone svantaggiate (invalidi fisici, psichici, sensoriali; ex degenti istituti psichiatrici,tossicodipendenti; alcolisti; minori in difficoltà familiari; condannati ammessi a misure alternative alla detenzione);

   c) soci volontari, iscritti in apposita sezione libro soci, non superiore a 50% soci. Ai soci volontari non applicate norme in materia di lavoro subordinato ed autonomo (Corrisposto solo rimborso spese sostenute) eccetto norme di assicurazione infortuni sul lavoro e malattie professionali;

   d) persone svantaggiate costituiscono almeno 30% soci. Attestazione di persona svantaggiata rilasciata da pubblica amministrazione;

   e) Consorzi costituiti per almeno 70% da cooperative sociali.

Iter procedurale:

Istituito presso Regione Marche – Assessorato Servizi Sociali, Albo suddiviso in:

– sezione A per cooperative che gestiscono servizi socio-sanitari ed educativi;

– sezione B per cooperative agricole, industriali, commerciali, di servizio finalizzate ad inserimento lavorativo persone svantaggiate;

– sezione C per Consorzi

Cooperative presentano domanda di iscrizione Albo a Servizi Sociali, allegando:

a) certificato iscrizione registro Prefettizio;

b) copia conforme statuto ed atto costitutivo;

c) dichiarazione sostitutiva di notorietà attestante:

    – ambito attività cooperativa e servizi forniti;

    – cooperativa non ha violato norme in materia di lavoro, previdenziali, fiscali;

    – composizione compagine sociale suddivisa per tipologia soci;

d) relazione su caratteristiche professionali operatori della cooperativa;

e) relazione su attività svolta;

f) copia conforme ultimo bilancio;

g) per cooperative con inserimento lavorativo persone svantaggiate:

    – dichiarazione sostitutiva notorietà attestante presenza di tali persone in compagine sociale;

    – certificazione di pubblica amministrazione attestante tale presenza;

h) per cooperative di nuova costituzione: dettagliato progetto di attività;

i) per Consorzi: dichiarazione sostitutiva notorietà attestante presenza di cooperative sociali nella base associata.

Eseguita istruttoria, Giunta Regionale, entro 60 giorni da invio domanda, decreta iscrizione in Albo, notificandolo ad interessato, Prefetto, Ufficio Provinciale del Lavoro. Albo cooperative sociali pubblicato annualmente su Bollettino Ufficiale.

Cooperative sociali iscritte ad Albo debbono comunicare a Servizi Sociali:

– entro 30 giorni eventuali variazioni  compagine sociale o numero persone svantaggiate presenti

– entro 60 giorni da approvazione, variazioni statuto, bilancio annuale, relazione su attività svolta (specificando utilizzo eventuali contributi pubblici).

Giunta Regionale, previa diffida a regolarizzare posizione, nei successivi 30 giorni emana decreto di cancellazione qualora:

1) cooperativa non ha adempiuto obblighi di comunicazione di cui sopra, o venuti meno requisiti di iscrizione, o numero persone svantaggiate inferiore a 30% soci, o soci volontari superiori a 50%;

2) cooperativa o Consorzio inattivi da oltre 24 mesi cancellati anche da registro prefettizio

Cancellazione comunicata ad interessati, Prefetto, Ufficio Provinciale del Lavoro e pubblicata su B.U.R.

Posted in: