INVITALIA

INVITALIA (Legge 145/18)  (enti33)

Soggetti interessati:

Ministero Sviluppo Economico (MISE), soggetti gestori di Fondi.

Iter procedurale:

MISE definisce con decreto, modalità e termini di funzionamento della Agenzia nazionale per attrazione degli investimenti e sviluppo dell’impresa spa (INVITALIA).

Legge 145/18 art. 1 commi da 116 a 121 stabilisce che MISE, al fine di favorire la gestione sinergica delle risorse affidate ad INVITALIA SGR, autorizza la cessione, a condizioni di mercato, da parte di INVITALIA di una quota della partecipazione detenuta in INVITALIA SGR, nonché di una quota della partecipazione detenuta nei Fondi da questa gestiti, riservando all’Istituto nazionale di promozione il diritto di opzione sul loro l’acquisto, purché dalla cessazione di tali quote derivi un apporto aggiuntivo di risorse da parte dell’acquirente.

Nel caso di cessione, la gestione delle attività e delle risorse, già affidate ad INVITALIA,  prosegue “in capo allo stesso gestore, o ad un’altra società eventualmente costituita (a seguito delle operazioni di aggregazione del gestore con altri soggetti)”, fermo restando che i termini della suddetta gestione vengano definiti all’interno di una nuova convenzione sottoscritta tra MISE, INVITALIA e soggetto gestore.

In caso di successione alla partecipazione di controllo, la restante quota detenuta da INVITALIA in INVITALIA SGR può essere trasferita al MISE, mediante operazioni societarie senza oneri per la finanza pubblica.

Entità aiuto:

Le operazioni di riorganizzazione di Sviluppo Italia sono esenti da imposte dirette ed indirette.

Stanziati 200.000.000 € a favore di INVITALIA per la costituzione, insieme ad eventuali risorse finanziarie proprie, di un Fondo di reindustrializzazione (INVITALIA Venture III), da affidare in gestione ad INVITALIA SGR.

Posted in: