SVILUPPO INFORMAZIONE LOCALE OB. 2

SVILUPPO INFORMAZIONE LOCALE OB. 2 (Reg. 1260/99; D.G.R.M. 23/11/00)  (ssa09)

Soggetti interessati:

Regione Marche Servizio Informatica per:

1)       sviluppo di software per garantire accesso di tipo bidirezionale ad INTERNET da parte dei cittadini per consultazione delle principali informazione pubbliche (di carattere giuridico-amministrativo, culturale, ambientale, situazione rete stradale e del traffico) ed interazione con Pubblica Amministrazione;

2)       definizione sistema di servizi telematici e di banche dati a supporto marketing territoriale per fornire adeguata informazione a quanti intendono realizzare nella Regione nuovi impianti produttivi. Informazioni faranno riferimento ad aree dei Piani Regolatori Generali comunali destinati ad insediamenti produttivi, opportunità ed incentivi esistenti a livello comunitario e nazionale, presenza in zona di infrastrutture tecnologiche e di servizi, disponibilità forza lavoro qualificata, situazione mercati locali, presenza di altre realtà produttive.

Associazioni ed Organizzazioni pubbliche che gestiscono beni culturali ed intendono sviluppare progetti di connessione in rete telematica e realizzazione banche dati e prodotti multimediali per:

1)       promozione, valorizzazione, accesso e diffusione delle informazioni inerenti al patrimonio museale, teatrale, bibliotecario regionale ed eventi culturali presenti nel territorio;

2)       erogazione di servizi specifici on line (v. Teleprenotazione) atti a migliorarne livello di interazione tra utente ed offerta culturale.

Enti locali singoli ed associati che intendono fornire:

a)       servizi al cittadino tramite:

1)       realizzazione siti web presso cui cittadino può consultare principali informazioni pubbliche, compreso adeguamento siti esistenti per consentirne fruizione da parte disabili;

2)       realizzazione sperimentale su popolazione 100-120.000 abitanti di infrastrutture di servizi telematici basata su uso Carte intelligenti, “con accesso altamente securizzato”, destinati ai vari servizi (Pagamento elettronico, assistenza sanitaria, trasporto);

b)       sportello unico per attività produttiva e marketing territoriale tramite realizzazione sistema di servizi telematici che offra opportunità di:

1)       acquisire tramite INTERNET da parte PMI tutte le informazioni su procedure da seguire per autorizzazioni relative ad esecuzione, adeguamento, trasformazioni impianti produttivi, compresa documentazione tecnica da produrre e tempi e modalità fissati per autorizzazione;

2)       gestire da parte sportello comunale, tutte le fasi di ciascun procedimento autorizzativo mediante organizzazione di un network di back-office che metta in rete tutti gli attori istituzionali interessati alle fasi del procedimento;

3)       monitorare da parte utente PMI tutte le fasi del procedimento autorizzativo via INTERNET 

Comuni, Province, Comunità Montane, Enti pubblici, Università, Associazioni, Istituzioni, Organizzazioni private che “per notorietà e struttura posseduta diano garanzia di correttezza e validità iniziativa” e che intendono promuovere “iniziative di particolare valore culturale, scientifico, sociale, educativo, sportivo, ambientale ed economico da svolgersi nel territorio Marche”. Ammesse iniziative fuori territorio Marche “purché presentino contenuto strettamente connesso alle Marche”.

Escluse Organizzazioni di qualsiasi tipo rappresentative di interessi di categoria economica e sociale.

Iter procedurale:

Interessati chiedono patrocinio a Presidente Giunta Regionale illustrando “iniziativa, contenuti, fini, tempi, luogo e modalità di svolgimento”.

Ammissibilità della richiesta valutata da Servizio Gabinetto del Presidente, dopo aver ricevuto parere in merito da parte Assessorato competente da emanare entro 15 giorni successivi.

Concessione del patrocinio non comporta necessariamente partecipazione finanziaria od utilizzo logo della Regione, ma solo dicitura “con il patrocinio della Regione Marche” ed eventuale uso del salone Giunta Regionale.

Domanda contributo per congressi, convegni, seminari, celebrazioni pubbliche, manifestazioni varie inviata entro 15 Marzo per iniziative relative a 1° Semestre ed entro 15 Luglio per iniziative 2° Semestre  a  Presidente Giunta Regionale – Servizio Gabinetto di Presidenza, specificando:

– di non perseguire finalità di lucro;

– essere costituiti e svolgere da almeno 3 anni;

– avere bilancio consuntivo ultimo esercizio regolarmente approvato da Organismi statutari;

– impegno a svolgere direttamente iniziativa o a motivare scelta di Organizzazione esterna.

Allegare a domanda:

1) programma iniziativa, contenente temi trattati, relatori, partecipanti;

2) preventivo spesa evidenziando se richiesti altri contributi pubblici;

3) dichiarazione notorietà attestante se presentata o meno altra richiesta a Regione per iniziativa.

Servizio Gabinetto del Presidente tiene apposito registro in cui riportare domande pervenute ed invia copia richiesta ad Assessorato competente, affinché nei 15 giorni successivi esprima parere circa concessione o meno di contributo.

Valutazione basata su:

1) idoneità iniziativa o promuovere immagine Regione;

2) idoneità a qualificare, sviluppare, valorizzare Regione;

3) rilevanza e significato iniziativa in riferimento ad obiettivi generali e compiti Regione;

4) particolare prestigio dei soggetti partecipanti, invitati, relatori.

Domande non finanziate possono essere riesaminate nel mese di Dicembre in caso di residui.

Dirigente Servizio Gabinetto del Presidente emette decreto di erogazione contributi, entro 65 giorni da domanda, assegnando priorità a: Comuni, Province, Comunità Montana, Enti pubblici, Università delle Marche, Associazioni private.

Nel decreto fissata entità contributo ed eventuale concessione anticipazione.

Liquidazione contributo eseguita da Dirigente Servizio Gabinetto del Presidente dopo aver verificato relazione su esito attività svolta e documentazione spese effettuate.

Sanzioni:

Se a seguito controlli emergono irregolarità o false dichiarazioni: contributo revocato + restituzione eventuali somme anticipate maggiorate di interessi. 

Entità aiuto:

Contributi pari a 50% delle spese sostenute, con esclusione spese funzionamento Organismo beneficiario (Spese generali, personale, uso attrezzature di ufficio, pranzi, alloggio, spese viaggi).

Vietato concedere più contributi ad uno stesso beneficiario nel corso di un esercizio finanziario.