SVIM

SVIM (L.R. 17/99, 6/17; D.G.R. 28/05/18, 1/10/18)  (entii27)

Soggetti interessati:

Regione, imprenditori marchigiani

Iter procedurale:

LR 6/17 autorizza Presidente e Giunta Regionale a trasformare società per azione denominata Sviluppo Marche S.P.A. in società a responsabilità limitata, cioè in Sviluppo Marche s.r.l. (SVIM), operante a favore dello sviluppo socio economico e competitività del territorio (in particolare  attività di promozione ed internazionalizzazione), in coerenza con le politiche e la programmazione regionale. A SVIM srl si applicano le norme vigenti per le società a responsabilità limitata.

Possono essere soci di SVIM srl, Enti pubblici (quali Enti locali, Università delle Marche) consorzi ed associazioni tra Enti pubblici, pur mantenendo la Regione la quota di maggioranza del capitale sociale. Ammessa la partecipazione di soci privati, che perseguono finalità statutarie analoghe a quelle di SVIM, purchè nei termini e modalità della normativa UE in materia, e fermo restando il potere di controllo spettante ad Enti pubblici.

Oggetto sociale di SVIM è quello di:

a)elaborare ed attuare progetti di sviluppo territoriale derivanti da iniziative UE, nazionali, regionali

b)progettare e realizzare interventi a sostegno dello sviluppo socio economico, in particolare dello sviluppo di innovazione ed internazionalizzazione

SVIM svolge attività strumentali e di servizio alle funzioni di Regione e di altri soci, quali:

a)assistenza tecnica a programmi o progetti finanziati con fondi UE e nazionali, nonché sostegno a politica di coesione, cooperazione allo sviluppo, programmi per innovazione e competitività

b)amministrazione e gestione di risorse attribuite a Regione per sviluppo economico, anche in qualità di Autorità di gestione di programmi UE

c)sviluppo azioni per promuovere investimenti, anche esteri, nella Regione (in particolare ricerca di finanziamenti ed assistenza ad investitori)

d)supporto tecnico alla programmazione ed attuazione di interventi di sviluppo territoriale, anche tramite la realizzazione di studi e ricerche inerenti assetti e processi istituzionali, territoriali economici e sociali

e)supporto tecnico scientifico alla individuazione, attuazione, monitoraggio delle politiche regionali

f)supporto tecnico progettuale e giuridico amministrativo nella definizione di atti di programmazione (anche negoziata), accordi di programma, accordi pubblicistici in genere

g)ogni altra attività di promozione, informazione, diffusione, progettazione, attuazione, istruttoria specificamente affidata da Regione  o da soci, anche tramite una partecipazione di  SVIM ad iniziative di Enti, Istituti, società, Organismi pubblici e privati aventi scopi analoghi (anche in associazione con questi)

SVIM, previa autorizzazione di Giunta Regionale, sentita Commissione consiliare competente, costituisce o assume partecipazione in società di capitali, cooperative, consorzi, società miste (anche straniere) al fine di realizzare programmi e/o conseguire obiettivi di interesse regionale .

Lo statuto di SVIM prevede:

a)Assemblea dei soci, presieduta da Presidente Giunta Regionale o da suo delegato

b)Organo di gestione, costituito da Amministratore unico nominato da Giunta Regionale

c)Revisore monocratico, nominato da Consiglio regionale, o in alternativa Collegio sindacale composto da 3  membri (Consiglio regionale ne nomina 2, di cui 1 svolge  funzioni di presidente), la cui nomina deve garantire la presenza per almeno 1/3 del “genere meno rappresentativo”

d)divieto di distribuzione utili ai soci, ma loro reimpiego nel perseguimento di finalità sociali

e)oltre 80% delle attività svolte derivanti da compiti affidati da soci pubblici. Ammesso superare  limite di fatturato se ciò consente “economie di scala, o altri recuperi di efficienza sul complesso di attività principale di società”

Regione esercita su SVIM un controllo analogo a quello adottato per i propri servizi, tale comunque da comportare un’influenza determinante sia sugli obiettivi strategici di SVIM, sia sulle sue decisioni significative. Modalità del controllo definite da Giunta Regionale, mediante emanazione di direttive, linee guida, specifiche disposizioni, previo parere di Commissione consiliare competente tenendo conto della normativa UE e nazionale vigente in materia.

In caso di pluralità di soci, il controllo è esercitato in forma congiunta in base a specifici protocolli di intesa.

Amministratore  unico fornisce adeguate informazioni a Giunta Regionale in merito ad operazioni intraprese da SVIM, affinchè possa riferire a Consiglio Regionale su: attività svolte ed obiettivi raggiunti da SVIM; risultati del bilancio di esercizio; atti che Giunta intende adottare entro 90 giorni da approvazione bilancio di esercizio.

Giunta Regionale, con DGR 710 del 28/05/2018, ha approvato gli indirizzi e gli obiettivi strategici di SVIM srl per il periodo 2019/21 riguardanti:

  • seguenti direttrici tematiche: innovazione; internazionalizzazione; politiche di cooperazione territoriale; sviluppo sostenibile; politiche sociali; assistenza tecnica a FESR e FEAMP 2014/2020
  • seguenti indirizzi generali in materia di personale:

a)ricognizione del personale in servizio e previsione delle necessità di personale per eseguire le attività definite per il periodo 2019/21

b)gestione del costo complessivo del personale inerente al fabbisogno organizzativo (comprese eventuali assunzioni od esuberi). Dati da comunicare a PF Controlli di 2° livello, auditing e società partecipate

c)miglioramento del rapporto tra costo del personale e ricavi nel periodo 2019/21

  • seguenti indirizzi in materia di trasparenza dell’attività svolta:

a)tenere sempre aggiornato il sito, in cui riportare anche le informazioni relative agli amministratori ed al bilancio della società

b)conservare in archivio le dichiarazioni relative all’assenza di situazioni di incompatibilità rese dai soggetti interessati

c)individuare il personale esterno ed i consulenti, nonché i beni e servizi da acquisire mediante procedure ad evidenza pubblica

  • seguenti indicatori di performance (potranno subire adeguamenti in base al budget annuale assegnato)

a)garantire il mantenimento di una posizione finanziaria equilibrata, cioè un utile d’esercizio, al netto delle imposte, maggiore di 0 €  nel 2019, 2020, 2021

b)valorizzare il rapporto costi/ricavi in modo da perseguire una sana gestione dei servizi, attraverso, in particolare, il contenimento del costo del personale. Al riguardo l’indicatore di performance è dato da: percentuale di incidenza dei costi operativi esterni sui ricavi produttivi inferiore a 50,2 % nel 2019, 50,1% nel 2020, 50% nel 2021; percentuale di incidenza del costo del personale sui ricavi inferiore a 40, 55% nel 2019, 40, 45% nel 2020, 40, 35% nel 2021

c)aggiornamento di pubblicazioni in materia di trasparenza e anticorruzione, misurabile con: 1 su 1 pubblicazione relativa agli adempimenti in materia di trasparenza nel 2019, 2020, 2021; 1 su 1  adozione ed adeguamento del Piano anticorruzione nel 2019, 2020, 2021

  • obblighi che SVIM è tenuta ad osservare nel periodo 2019/2021:

a)presidiare la gestione di tutte le società controllate, proponendo eventuali azioni correttive alla Regione marche

b)procedere alla cessione delle quote possedute nella Società Regionale di Garanzia Marche soc. coop

c)redigere, a partire dal bilancio di esercizio 2018, un bilancio consolidato insieme alle proprie partecipate (intese quali imprese a cui Regione partecipa in via indiretta tramite SVIM)

Entità aiuto:

Per attività di SVIM srl possibile utilizzare personale dipendente di Regione, previo loro consenso.

Regione con D.G.R. 1296 del 1/10/2018 ha stanziato per programma 2018:

  • 344.912,50 € per progetto “Empowering” finalizzato a sviluppare società a bassa intensità di carbonio da attuare nel periodo 1/2/2016 – 31/1/2019
  • 810.240 € per assistenza tecnica a FEAMP Marche 2014/20 da attuare nel periodo Luglio 2017 – Luglio 2021
  • 329.259 € per progetto Life SEC Adapt per supportare Comuni delle Marche ad elaborare strategie locali per adattamento ai cambiamenti climatici da attuare nel periodo Settembre 2015 – Dicembre 2018
  • 79.971 € per progetto PRIMM finalizzato ad integrazione sociale di giovani immigrati da attuare nel periodo 1/7/2017 – 31/12/2018
  • 45.420 € per progetto PRIMM2 finalizzato a migliorare condizioni per integrazione dei cittadini di Paesi Terzi da attuare nel periodo 17/5/2017 – 31/12/2018
  • 71.762 € per progetto PRIMM3 finalizzato a migliorare strumenti di comunicazione regionale a favore di immigrati (Portale integrazione migranti) da attuare nel periodo 17/5/2017 – 31/12/2018
  • 36.883 € per progetto PRIMM4 finalizzato a favorire partecipazione attiva dei migranti alla vita economica, sociale e culturale da attuare nel periodo 17/5/2017 – 31/12/2018
  • 157.921 € per progetto TRAM finalizzato a sostenere passaggio a mobilità urbana sostenibile da attuare nel periodo 1/4/2016 – 31/3/2021
  • 350.000 € per Patto dei Sindaci delle Marche per clima ed energia da attuare nel periodo Aprile 2017 – Aprile 2019
  • 162.094 € per progetto INNOVOUCHER finalizzato a sviluppare nuovo modello di voucher per innovazione e scambio di servizi tra imprese in Europa da attuare nel periodo Maggio 2015 – Aprile 2019
  • 1.610.000 € per assistenza tecnica di tipo scientifico, metodologico, organizzativo a favore delle Misure del POR FESR Marche 2014/20 da attuare nel periodo di 42 mesi
  • 404.973 € per programma SPRINT Sportello Internazionalizzazione della Regione Marche da attuare in 35 mesi
  • 100.097 € per iEER finalizzato a sostenere imprenditoria giovanile in collaborazione con Istituti di istruzione superiore da attuare nel periodo 1/1/2016 – 31/12/2019
  • 22.010 € per progetto Advantage per studiare la fragilità dell’età anziana da attuare nel periodo Gennaio 2017 – Dicembre 2019
  • 299.790 € per progetto MED e per cooperazione tra Cluster innovativi nel settore culturale/creativo da attuare nel periodo Febbraio 2018 – Luglio 2020
  • 108.220 € per progetto ICAM 2014/20 per realizzare piani regionali per la formazione civico linguistica di cittadini di Paesi Terzi da attuare nel periodo 28/10/2016 – 31/4/2018
  • 277.010 € per progetto BOOSTING volto a sviluppare imprese nell’area Adriatica in particolare nell’innovazione del sistema di pesca ed acquacoltura  da attuare in 30 mesi
  • 25.000 € per creazione di una rete di parchi e musei itineranti nelle Marche Regione Ionico Adriatica da attuare nel periodo Settembre 2017 – Dicembre 2020
  • 250.000 € per assistenza tecnica alla Regione nelle aree interne, aree protette ad elevato rischio sismico e di abbandono per attivare nuovi investimenti “capaci di sviluppare tali zone”, da attuare in 24 mesi
  • 1.400.000 € per sviluppare in Camerun un progetto di energia rinnovabile e tecnologie idonee per accesso ad acqua potabile in ambito rurale da attuare in 36 mesi
  • …. € per assistenza tecnica alla Regione Marche nella realizzazione degli interventi previsti dalla Legge 185/16 da attuare in 24 mesi
  • …. € per assistenza tecnica alla Regione Marche nella implementazione degli interventi formativi/informativi nell’ambito del POR FSE 2014/20 area sisma da attuare in 18 mesi 
  • 1.000.000 € per assistenza tecnica alla Regione Marche per attivare azioni ed investimenti nelle aree interne, promuovere eccellenze locali ed accrescere attrattività turistica da attuare in 24 mesi
  • …. € per progetto “Museo del pianoforte storico itinerante” da attuare nel 2018
  • 30.000 € per progetto “la strada federiciana” da attuare nel 2018
  • 544.808 € per progetto Panoramed finalizzato a sviluppare il turismo costiero e della sorveglianza marittima da attuare nel periodo 2017-2022
  • 117.000 € per consolidamento del sistema informativo delle politiche sociali da attuare nel periodo 2018-2021
  • …. € per progetto CHREVI per installazione digitali in loco volto ad attività di promozione turistica e culturale transnazionale da attuare in 30 mesi
  • 200.000 € per progetto RIVERS volto ad eseguire ricognizione della normativa sulle politiche di sviluppo e buone pratiche per valorizzare patrimonio del turismo culturale legato alle aree dei bacini fluviali da attuare in 30 mesi
  • …. € per progetto U-LEARN volto a promuovere scambio di conoscenze tra Università ed Enti locali su efficienza energetica e realizzazione di piattaforma e-learning di specifiche attività formative al riguardo da attuare nel periodo 2018/20
  • 2.500.000 € per progetto ECOSMART volto alla protezione di ecosistemi tramite modello “payment for ecosystem services” ed azioni pilota per misurare capacità di resilienza delle aree coinvolte da attuare nel periodo 2018/20
  • 92.700 € per intervento di contrasto alla emarginazione adulta ed alle condizioni dei senza dimora, anche tramite interventi riguardanti le strutture abitative da attuare nel periodo 2017/19
  • …. € per organizzazione e realizzazione di Infoday per Italia Centrale volto ad approfondire il programma ERASMUS da attuare nel periodo Luglio – Settembre 2017
Posted in: