SOCCORSO ALPINO E CONOSCENZA MONTAGNA (L

SOCCORSO ALPINO E CONOSCENZA MONTAGNA (L.R. 23/83)  (teramb34)

Soggetti interessati:

Corpo Nazionale Soccorso Alpino (CNSA) e sezioni CAI operanti nelle Marche per “valorizzare, conservare, far conoscere patrimonio alpinistico regionale con iniziative a carattere educativo e culturale rivolte anche a prevenire infortuni in montagna”

Iter procedurale:

Delegazione regionale CAI e Delegazione del CNSA inviano a Regione Marche entro 31 Gennaio domanda di aiuto, corredata da programma annuale di attività, contenente previsioni di spesa.

Giunta Regionale esaminate richieste e disponibilità finanziaria, provvede ad erogare aiuto.

Beneficiari entro 31 Gennaio successivo inviano a Giunta Regionale rendiconto dettagliato circa destinazione contributo anno precedente.

Delegazione regionale CAI può fornire, su richiesta di Regione, Provincia, Comunità Montana, Comune parere circa realizzazione opere pubbliche in montagna.

Entità aiuto:

Per anno 1998 stanziati 50.000.000 (CAP. 2133105) suddivisa in parti uguali a favore di CNSA e CAI per:

a) rimborso spese per volontari componenti squadre di soccorso impegnati in operazioni di

    soccorso, anche in grotta;

b) trasporto componenti squadre di soccorso a luogo di operazione;

c) adeguamento e rinnovo materiali alpinistici deteriorati o smarriti;

d) addestramento squadre di soccorso e loro gestione, iniziative per prevenire incidenti in

    montagna, diffusione conoscenze su attività CNSA;

e) organizzazione corsi di escursionismo, alpinismo, sci-alpinismo presso CAI;

f) promozione educazione alpinistico-naturalistica presso scuole e corsi giovanili di

   avvicinamento alla montagna;

g) organizzazione escursioni guidate per diffondere conoscenza montagna e relativa flora;

h) individuazione, segnalazione, manutenzione sentieri escursionistici e redazione carte

    tematiche inerenti montagna marchigiana;

i) organizzazione convegni, studi, pubblicazioni sulla montagna e problemi connessi;

l) manutenzione ordinaria e straordinaria di rifugi gestiti da CAI e realizzazione bivacchi

   attrezzati lungo itinerari alpinistici.