RITIRO PRODOTTI A SEGUITO CALAMITA’ NATURALE (Legge 185/92; D

RITIRO PRODOTTI A SEGUITO CALAMITA’ NATURALE (Legge 185/92; D.M. 25/3/99)  (ortofr13)

Soggetti interessati:

Ortofrutticoltori colpiti da calamità naturali. Organizzazioni produttori e cooperative frutticole.

Iter procedurale:

A seguito calamità naturale A.G.E.A. decide apertura centri di ammasso gestiti da Associazioni produttori per ritiro pomacee (pere e mele).

Produttori consegnano prodotti raccolti nella campagna in oggetto ai centri di ritiro A.G.E.A. (Nelle Marche sono istituiti presso: CODMA OP di Fano; OP ACOM di Fano; OP F1 di San Benedetto del Tronto; PRO MARCHE di Porto d’Ascoli), purché rispondenti a certe caratteristiche qualitative (Mele almeno 4,5 litri di alcool per q.le; pere almeno 3,5 litri di alcool per q.le).

Prodotti non commercializzabili a causa evento calamitoso sono avviati alla distillazione.

AGEA indice gara per vendita alle distillerie di pesche e nettarine ritirate nel periodo 1/5/2003 – 30/4/2004, pere ritirate nel periodo 1/6/2003 – 31/5/2004, mele ritirate nel periodo 1/7/2003 – 30/6/2004. Offerte (Modello riportato su G.U. 125/03) debbono pervenire in busta chiusa recante dicitura “Offerta per l’acquisto di …. (indicare prodotto) ritirate da Organizzazione Produttori ai sensi del Reg. 2200/96 durante periodo di disponibilità (Indicare periodo cui offerta fa riferimento). Campagna 2003/04” ad AGEA Ufficio Ortofrutta per nettarine entro 16/6/03 o 3/9/03, per pesche entro 17/6/03 o 4/9/03, per pere entro 7/7/03 o 4/12/03, per mele entro 8/7/03 o 5/12/03. Offerta deve contenere:

a)       denominazione, codice fiscale e partita IVA, generalità del legale rappresentante, sede stabilimento da cui proviene offerta e dove lavorato alcool acquistato;

b)       Organizzazione produttori presso cui eseguito acquisto;

c)       quantità complessiva di prodotto da acquistare (specificando eventuale quantità massima giornaliera di ritiro) di pesche, nettarine, pere, mele di qualsiasi varietà purchè rispondenti a norme di qualità CE;

d)       prezzo di cessione offerto, IVA esclusa, pari almeno a: 0,50 EUR/t. di pesche o nettarine; 1 EUR/t. per pere; 1,5 EUR/t. per mele. Prezzo si intende riferito a prodotto netto, caricato su mezzo di trasporto presso magazzino di giacenza merce;

e)       sede dello stabilimento presso cui prodotto acquistato verrà lavorato e denaturato;

f)        impegno a destinare prodotto acquistato solo alla produzione di alcool con gradazione superiore a 80° ottenuto per distillazione diretta e destinato ad esclusivo uso industriale e non alimentare.

Alla offerta allegare cauzione di partecipazione a gara pari a 1,5 EUR/t. di prodotto (Polizza fideiussoria secondo modello riportato su G.U. 125/03).

Ogni distillatore può presentare al massimo 7 offerte “per ciascuna serie e prodotto”, purchè inviate in modo distinto. Sono escluse offerte presentate per conto di terzi. Offerte presentate non revocabili, pena acquisizione cauzione da parte AGEA.

AGEA in seduta pubblica, esamina offerte pervenute e redige graduatoria “partendo da offerta con prezzo più elevato”. A parità di prezzo, priorità ad offerta con maggiore quantità richiesta o sorteggio. Se offerta non accettata, subito svincolata cauzione di gara.

Offerta aggiudicata da AGEA “man mano che pervengono comunicazioni da parte Organizzazioni produttori sulla disponibilità del prodotto ritirabile nel periodo previsto dal bando e cedibile per distillazione”.

AGEA comunica accettazione offerta a distillatore (Comunicazione inviata pure ad Organizzazione produttori presso cui eseguito acquisto e Assessorato Regionale competente a cui demandato controllo su operazioni distillazione e denaturazione).

Distillatore costituisce cauzione di distillazione pari a 10 EUR/t. di prodotto aggiudicato entro 7 giorni da comunicazione AGEA, comunque prima della presa in consegna del prodotto. Cauzione inviata ad AGEA che dovrà confermarne validità a distilleria, O.P., Regione.

Aggiudicatario procede  a ritiro quantitativi assegnati secondo tempi e modalità concordati con O.P. che emettono fattura da pagare entro 15 giorni. O.P. comunica ad AGEA quantitativo ritirato ed importo del prezzo versato, allegando copia fattura emessa. AGEA provvede a svincolo cauzione di gara per quantitativo totale o parziale di prodotto per cui “offerta non ha potuto essere soddisfatta per indisponibilità di prodotto” a fine campagna, o quando O.P. comunica di non aver più disponibilità di prodotto, o quando ritirato tutto il prodotto offerto. In caso di mancato ritiro, AGEA incamera fideiussione di gara.

Prodotto preso in consegna trasferito nello stabilimento di trasformazione dove viene distillato in alcool avente almeno 80° nei 3 giorni successivi e denaturato (Operazione certificata da UTF e comunicata ad AGEA.ed a Regione). Cauzione di trasformazione svincolata quando O.P. comunica avvenuto ritiro e pagamento prodotto ed AGEA acquisisce documentazione attestante avvenuta trasformazione in alcool e denaturazione. Se distillatore non rispetta obblighi di aggiudicazione, AGEA incamera cauzione a titolo di penale.

Alcool ottenuto di proprietà distillatore senza obbligo di acquisto da parte AGEA 

Entità aiuto:

A.G.E.A. versa ad Associazioni produttori e cooperative frutticole contributo per nettarine, pesche, mele e pere avviate alla distillazione.

 

 

 

 

 

 

Posted in: