REGISTRO PRODUZIONE VIVAI

REGISTRO PRODUZIONE VIVAI (D.Lgs. 214/05)   (bosco40)

Soggetti interessati:

Chiunque intende svolgere attività di produzione e commercio di vegetali, prodotti vegetali, sementi

Iter procedurale:

Istituiti presso Servizio Fitosanitario registri nazionale e regionali per la iscrizione di chiunque produce e commercializza “piante e parti vive di piante, comprese le sementi”.

Esonerati da iscrizione:

–          “piccoli produttori”, cioè coloro che “producono e vendono vegetali e prodotti vegetali che nella loro totalità sono destinati come impiego finale, nell’ambito del mercato locale, a persone od acquirenti non professionalmente impegnate nelle produzioni dei vegetali”, purché presentano a Servizio Fitosanitario dichiarazione attestante qualifica di “piccolo produttore”

–          produttori di patate da consumo ed agrumi che conferiscono produzione a centri di raccolta autorizzati o cedono produzione a consumatore finale

–          commercianti al dettaglio che vendono a persone non professionalmente impegnate nella produzione di vegetali

–          quanti moltiplicano sementi per conto di ditte autorizzate od attività sementiera o cedono “piante adulte od aziende autorizzate

–          commercianti che vendono sementi confezionate da terzi.

Sono tenuti a chiedere autorizzazione, specificando specie che intendono produrre o commercializzare, a Servizio Fitosanitario Regionale:

a)       produttori di piante e relativi materiali di propagazione (comprese sementi), destinati alla vendita o ad essere ceduti a terzi a qualsiasi titolo;

b)       commercianti all’ingrosso di piante e materiali di propagazione (compresi tuberi seme);

c)       importatori di vegetali e prodotti vegetali da Paesi Terzi;

d)       produttori, centri di raccolta collettivi, centri di trasformazione o spedizione che vendono all’ingrosso di tuberi di Solanum Tuberosum destinati al consumo o frutti di Citrus, Fortunella, Poncirus ubicati nella zona di produzione di detti vegetali

e)       produttori e commercianti di legname in Allegato V del D.Lgs. 214/05 riportati su G.U. 248/05

Quanti producono o commercializzano prodotti di cui Allegato V parte A od importano prodotti di cui Allegato V parte B del D.Lgs. 214/05 riportato su G.U. 248/05 inviano richiesta di iscrizione (Modello riportato in G.U. 248/05) al “registro ufficiale dei produttori” (RUP) a Servizio Fitosanitario Regionale, Ancona via Alpi 2.

Se ditta ha centri in più Regioni, inviare richiesta distinta per ciascuna Regione.

Servizio Fitosanitario esaminata richiesta, provvede ad iscrivere richiedente nel registro regionale e rilasciando “certificato di iscrizione al registro dei produttori” (Modello riportato su G.U. 248/05)

Su registro regionale riportate: generalità produttore, tipo attività, numero di identificazione. Dati inviati a Servizio Fitosanitario Centrale per istituzione registro nazionale dei produttori. 

Interessato, ottenuta iscrizione, deve:

–          comunicare ogni variazione ai dati riportati nell’autorizzazione o restituire autorizzazione in caso di cessazione attività entro 60 giorni da evento

–          tenere presso centro aziendale mappa aggiornata relativa ai prodotti vegetali coltivati, conservati, immagazzinati ed utilizzati. Obbligo non sussiste per quanti producono o vendono prodotti vegetali per cui non vige obbligo di passaporto delle piante ed importatore, centri raccolta collettivi o altri soggetti non rientranti nella categoria dei produttori

–          tenere registro dei vegetali e dei prodotti vegetali acquistati, prodotti o ceduti a terzi (Modello riportato su G.U. 248/05) vidimato da Servizio Fitosanitario Regionale, in cui riportare movimenti dei vegetali e prodotti vegetali acquistati per essere piantati in azienda, in produzione o trasferiti a terzi, specificando: data (giorno e mese) operazioni di carico e scarico; nome prodotto (Nome botanico se vegetale, nome commerciale negli altri casi); quantità oggetto della operazione; provenienza merce o nazionalità acquirente; numero passaporto delle piante; località dove merce prodotta o acquistata; se merce destinata a zona protetta, codice zona protetta. Esonerati da tale obbligo i piccoli produttori e quanti producono e vendono prodotti vegetali, per cui non vige obbligo di passaporto delle piante 

–          conservare per almeno 1 anno documenti relativi a materiale ricevuto (v.Passaporto piante)

–          eseguire controlli visivi durante periodo vegetativo secondo tempi e modalità fissate da Servizio Fitosanitario Regionale, esclusi centri di raccolta collettivi, importatori o soggetti non rientranti tra i produttori

–          designare titolare o persona esperta “di produzioni vegetali e questioni fitosanitarie” attinente alla produzione, che tiene contatti con Servizio Fitosanitario Regionale

–          informare subito Servizio Fitosanitario Regionale circa “qualsiasi manifestazione atipica di organismi nocivi, sintomi o qualsiasi altra anomalia relativa ai vegetali presenti in azienda”

–          comunicare a Servizio Fitosanitario Regionale “campi di piante madri e di produzione”

–          consentire in ogni momento accesso in azienda a Servizio Fitosanitario Regionale per ispezioni e campionamenti della produzione vegetale o controllo dei registri

–          adempiere alle prescrizioni impartite da Servizio Fitosanitario Regionale

–          riportare estremi di autorizzazione sui documenti amministrativi concernenti propria attività

–          eseguire qualunque altra attività richiesta da Servizio Fitosanitario Regionale per “valutazione e miglioramento della situazione fitosanitaria nell’azienda” riportata nell’iscrizione, nonché per tutelare “identità materiale fino a quando non apposto passaporto delle piante” su detto materiale (v. esami specifici, campionamenti, isolamento, estirpazione, trattamento, marcatura, distruzione piante). Esclusi importatori, centri di raccolta collettivi, soggetti non rientranti tra i produttori

Servizio Fitosanitario Regionale esegue controlli (almeno 1 volta anno) per verificare rispetto obblighi di cui sopra per quanti iscritti a R.U.P. In caso di irregolarità riscontrate, oltre alle sanzioni amministrative, può essere decisa sospensione iscrizione, informandone Servizio Fitosanitario Nazionale.

Servizio invia dati relativi al R.U.P. al Servizio Fitosanitario Nazionale per aggiornamento Registro nazionale dei produttori.

Sanzioni:

Chiunque non rispetta obbligo di iscrizione in registro: multa da 2.500 a 15.000 EUR

Chiunque acquista vegetali, prodotti vegetali al fine di commercializzarli all’ingrosso ed omette di iscrivere estremi dei loro passaporti nei propri registri: multa da 2.000 a 12.000 EUR

Chiunque in possesso di autorizzazione dichiara come propria produzione quella in realtà ottenuta da terzi: multa da 500 a 3.000 EUR

Chiunque acquista vegetali e prodotti vegetali per venderli ed omette di conservare per almeno 1 anno i passaporti delle piante o di riportarne gli estremi nei propri registri di carico e scarico: multa da 1.000 a 6.000 EUR

Chiunque esercita attività di produzione e commercio di vegetali e prodotti vegetali in assenza della autorizzazione: multa da 2.500 a 15.000 EUR

Chiunque in possesso di autorizzazione non consente accesso in azienda a soggetti incaricati dei controlli: multa da 2.500 a 15.000 EUR

Chiunque in possesso di autorizzazione non rispetta obblighi di cui sopra: multa da 100 a 600 EUR

Chiunque emette passaporto delle piante senza avere autorizzazione: multa da 1.500 a 9.000 EUR  

 

Posted in: