PSR E INERBIMENTO

PSR E INERBIMENTO (Reg. 1305/13; D.A. 12/3/18 Mis. 10.1 b.2; D.G.R. 31/3/20; D.D.S. 17/4/20, 14/5/20) (psr35)

Soggetti interessati:

Servizio Regionale Agricoltura (Servizio), Servizio Decentrato Agricoltura (SDA)

Agricoltori singoli ed associati che intendono nell’ambito di Accordi agroambientali di area di tutela del suolo e prevenzione del rischio di dissesto idrogeologico ed alluvione (AAA TSDA) creare e mantenere per almeno 5 anni margini erbosi multifunzionali, tramite inerbimento (ottenuto seminando sementi a fioritura scalare) di porzioni di SAU aziendale, al fine di contenere il rischio di micro dissesto idrogeologico, favorire la conservazione della biodiversità vegetale e della fauna selvatica, purché al momento di invio della domanda:

a)in possesso di partita IVA attiva in campo agricolo per intero periodo quinquennale di impegno;

b)in possesso delle superfici oggetto di domanda alla data del 15/5/2020 in base ai titoli di conduzione ammessi nel fascicolo aziendale;

c)superficie oggetto di aiuto ricade nell’area delimitata da un AAA TSDA (v. scheda “PSR e AAA TSDA”) approvato dalla Regione, che prevede l’attivazione della Misura in questione;

d)sottoscritto il contratto di AAA TSDA e riportato in domanda il CUAA del soggetto promotore di tale Accordo;

e)conversione di almeno il 10% della superficie a seminativo (esclusi prati avvicendati) presente nella UTE aziendale a superficie inerbita (impianto di margini erbosi multifunzionali attuato per anno di invio della domanda entro il periodo di semina autunnale);

f)impiegate nella semina seguenti essenze: miscugli di trifoglio, medica, lupinella, sulla;

g)distribuzione di superficie inerbita in strutture lineari di non oltre 10 m. di larghezza, poste ai margini delle superfici a seminativo. Se tali superfici sono utilizzate anche per soddisfare obblighi di condizionalità (v. “fasce tampone lungo corso di acqua”) o per ottenere il premio “greening” di PAC come aree di interesse ecologico (EFA), aiuto versato solo su parte di superficie eccedente;

h)impegno a: sfalciare superficie inerbita solo 1 volta/annoentro termine della fioritura (cioè entro I decade di Giugno); non ottenere alcuna produzione agricola su superficie inerbita (compreso utilizzato di questa per il pascolo); non utilizzare nella superficie inerbita diserbo chimico e fanghi di depurazione;

i)presentato un progetto aziendale relativo alla collocazione delle fasce inerbite;

j)accettata clausola di revisione degli impegni a seguito di modifiche dei requisiti obbligatori decise dalla Commissione  UE (compreso il prolungamento della durata di impegno stesso), anche al fine di “evitare il doppio finanziamento delle pratiche agricole benefiche per clima ed ambiente”. Se beneficiario non accetta tale clausola, può rinunciare a proseguire gli impresi quinquennali presi, senza dover rimborsare aiuti percepiti

Iter procedurale:

Servizio. emanato con DDS 229 del 30/4/20, come modificato con DDS 244 del 14/5/20, bando ad evidenza pubblica, a seguito del quale i soggetti interessati presentano domanda di pagamento, tramite SIAN, entro 15 Giugno 2020, anche avvalendosi di CAA riconosciuto o libero professionista accreditato, a cui conferito mandato (da conservare nel fascicolo aziendale e registrare in SIAN), seguendo seguente procedura:

–         compilazione e stampa della domanda su SIAN, contrassegnata con numero univoco (Barcode), evidenziando partecipazione del richiedente ad un AAA TSDA

–         apposizione firma del beneficiario (sottoscrizione autografa) sulla  domanda cartacea (da inserire nel fascicolo aziendale detenuto dal CAA, ai fini di successivi controlli). In alternativa è possibile da parte dell’utente che ha registrato le proprie credenziali anagrafiche sul portale AGEA sottoscrivere la domanda con firma elettronica mediante codice OTP. In tal caso AGEA, a seguito della verifica di abilitazione dell’utente, invia a questo il codice OTP mediante SMS sul suo cellulare, affinché possa digitarlo ai fini del rilascio della domanda

–         rilascio telematico della domanda tramite SIAN

Domanda, per essere ammissibile, una volta rilasciata su SIAN, va inserita entro 31/7/2020 su SIAR, seguendo seguente procedura:

a)compilazione di apposita pagina predisposta per caricamento contenente: anagrafica della ditta (inclusa PEC); ID della domanda presentata su SIAN; Misura e Sottomisura di riferimento; tipologia di domanda (iniziale o modifica); SDA competente per territorio

b)sottoscrizione (in formato digitale utilizzando carta Raffaello o altra carta servizi abilitata dal sistema) della dichiarazione attestante di: aver presentato domanda su SIAN, specificandone ID; aver sottoscritto domanda con firma OTP o firma autografa su modello cartaceo depositato presso CAA/libero professionista mandatario; confermare tutte le dichiarazioni ed impegni presi con la domanda rilasciata su SIAN

c)caricamento (in formato PDF) della domanda rilasciata su SIAN (senza firma o con firma OTP), nonché dei seguenti documenti:

  • progetto aziendale, contenente: cartografia aziendale su cui riportare le fasce inerbite; quantità di superficie investita
  • dichiarazione del soggetto promotore di AAA TSDA, in cui si esprime: adesione dell’azienda all’Accordo; parere positivo agli interventi proposti in domanda in quanto coerenti con la situazione ambientale dell’area di intervento e quindi con le finalità dell’Accordo

d)rilascio telematico su SIAR di tali documenti con relativo codice attributivo fornito dal sistema

Possibile presentare, tramite SIAN:

1)                   “domanda di modifica” (riportare sempre numero domanda iniziale, altrimenti inammissibile) entro 30/6/2020 relativa a: appezzamenti o particelle richieste a premio (anche in aumento); codici di allevamento; riferimenti bancari/postali per il pagamento. Domanda da caricare su SIAR entro 31/7/2020

2)                   “domanda  di ritiro parziale” (riguardante: cancellazione di singoli appezzamenti o particelle in domanda; riduzione di superficie dichiarata per singoli appezzamenti o particelle; aggiornamento della consistenza zootecnica e riduzione delle quantità richieste a premio) o “domanda di ritiro totale” fino a quando non aperta sul portale SIAN la fase di istruttoria (con pubblicazione di possibili inadempienze riscontrate nelle domande), o manifestata intenzione di svolgere controlli in loco. Domanda caricata su SIAR entro 10 giorni successivi a presentazione su SIAN. In caso di ritiro totale, SDA valuta effetti connessi ad interruzione degli impegni assunti

3)                   “domanda di modifica per cause di forza maggiore e circostanze eccezionali”, dovute all’impossibilità di rilasciare scheda valida dal fascicolo aziendale o questa rilasciata con dati non corretti a causa del malfunzionamento del sistema informatico. Agricoltore, rimossi tali impedimenti, presenta nuova domanda ai sensi di Art. 4 del Reg. 640/14 entro 30/9/2020 (Domanda da caricare su SIAR entro i 10 giorni successivi, comunque entro il 10/10/2020)

In caso di più domande di pagamento/modifica presentate, si considera valida l’ultima pervenuta. In caso di impegni pluriennali vietato modificare superfici iniziali di impegno

Domanda può essere corretta o adeguata in qualsiasi momento, in caso di errore palese riconosciuto dall’Autorità competente, in quanto eseguito in buona fede e facilmente individuabile, quale: errore materiale di compilazione della domanda/allegati; compilazione incompleta della domanda/allegati; contraddizione tra elementi in domanda e negli allegati. Non si considera errore palese: mancata dichiarazione in domanda delle superfici condotte o che tali superfici non sono più condotte dal richiedente; errata dichiarazione dei requisiti di ammissibilità alla domanda; superfici oggetto di aiuto hanno avuto negli anni precedenti accertamenti sfavorevoli

Se richiedente non intende interagire con Regione può delegare un soggetto terzo, previo invio di comunicazione a SDA, con firma autentica (Allegare documento identità del legale rappresentante), contenente: dati del soggetto che ha accettato la delega; attività delegate; durata della delega (in genere fino a completamento della pratica)

Richiedente, dopo invio della domanda, deve comunicare a SDA eventuali variazioni intervenute nei dati riportati in domanda/allegati

Possibile eseguire istruttoria preliminare, purché: evitata disparità di trattamento tra beneficiari; basata su strumenti geospaziali; risultati inseriti entro 10/7/2020 su SIAN in modo che beneficiario possa entro 19/6/2020 correggere eventuali anomalie rilevate

Se durante istruttoria occorre acquisire ulteriori informazioni, inviata comunicazione a richiedente che, entro termine fissato, produce informazioni richieste, pena conclusione di istruttoria con elementi in possesso di SDA. Istruttoria viene eseguita da SDA entro 180 giorni (fermo restando possibilità di sospendere termine per 1 sola volta e per non oltre 30 giorni, per acquisire informazioni non in possesso di Amministrazione pubblica), accertando esattezza dei dati dichiarati in domanda e sussistenza dei requisiti di accesso.

Sono considerate non ammissibili domande: presentate su SIAN o SIAR oltre termini fissati; presentate da soggetti non aventi requisiti richiesti dal bando; non sottoscritte o sottoscritte da persona diversa dal legale rappresentante; firmate con modalità diverse da quelle previste; non indicanti adesione a AAA TSDA o non ricadenti nell’area delimitata da AAA TSDA o non sottoscritto AAA TSDA con modalità previste dal relativo bando o riguardanti AAA TSDA non approvato dal Servizio; erronee (salvo errori palesi riconosciuti da Amministrazione). Inammissibilità della domanda comunicata ad interessato, specificando anomalie rilevate, contributo concedibile e termine (10 giorni)  entro cui possibile presentare riesame al Comitato di Coordinamento Misura (CCM) che, entro conclusione di istruttoria, decide nel merito. Qualora riesame venga respinto, interessato può rivolgersi al TAR entro 60 giorni dalla notifica, o al Capo dello Stato entro 120 giorni dalla notifica.

A conclusione di istruttoria, SDA invia elenchi delle domande ammissibili al Servizio, che, entro 10 giorni, approva con decreto elenco unico regionale, senza procedere alla formazione di alcuna graduatoria, da pubblicare sul sito www.norme.marche.it Tale pubblicazione funge da comunicazione di conclusione del procedimento per i richiedenti, al fine di consentire loro di presentare eventuale ricorso entro 60 giorni successivi al TAR o entro 120 giorni al Capo dello Stato.

Domande sono finanziabili solo se rientrano in AAA TSDA approvato e finanziato dal Servizio

Qualunque comunicazione con Amministrazione pubblica avviene tramite PEC

Ai fini del pagamento saranno eseguiti da SDA ed AGEA controlli amministrativi su 100% delle domande ammissibili e controlli in loco su un campione del 5% delle domande ammissibili (in tal caso ammessa concessione di un anticipo0 sull’aiuto pari a 75%) per accertare in particolare:

  • esistenza e congruità dei dati anagrafici del dichiarante presente in anagrafe tributaria
  • presenza titoli di conduzione di azienda in riferimento al fascicolo aziendale alla data di 11 Novembre 2019
  • esistenza di particelle dichiarate nel catasto terreni
  • individuazione grafica di particelle identificate a livello catastale
  • disponibilità delle superfici aziendali al 15/5/2020
  • continuità della conduzione e registrazione dei contratti
  • superficie indicata da 1 o più produttori alla data del 15/5/2020 non superiore alla superficie grafica
  • superfici richieste ad aiuto compatibili con uso del suolo presente in SIGC
  • compatibilità di quanto dichiarato in domanda PSR con quanto dichiarato in altri regimi di aiuto
  • presenza di certificazione bancaria inerente codice IBAN
  • controlli specifici previsti per Misura

AGEA, a conclusione dei controlli, comunica, tramite portale SIAN, ad interessato esito positivo della domanda. Se invece procedimento amministrativo si chiude con esito negativo, la comunicazione ad interessato è eseguita dal Servizio.

Pagamento  di aiuto eseguito da AGEA a seguito invio elenchi di autorizzazione alla liquidazione da parte del Servizio, dopo che esito dei controlli (amministrativi ed in loco) sono stati positivi.

Pagamento AGEA avviene entro 30/6/2021 mediante accredito su conti correnti bancari o postali, intestati al beneficiario ed indicati in domanda. In caso di modifica del codice IBAN, occorre inviare subito comunicazione ad AGEA e Servizio, corredata da certificazione di Istituto di credito (documenti da conservare nel fascicolo aziendale).

Contro provvedimenti di decadenza di aiuto ammesso ricorso presso Autorità giudiziaria.

Durante periodo di 5 anni di impegno, beneficiario può:

a)continuare ad usufruire del contributo UE previo invio entro 15 Maggio di ogni anno della domanda di conferma;

b)aumentare superficie della propria azienda o estendere superficie inerbita fino a 15% della superficie oggetto di aiuto iniziale, con obbligo di mantenere impegno su tutta la superficie così ampliata per il restante periodo;

c)trasferire (totalmente o parzialmente) azienda ad altro soggetto continuando a mantenere diritto all’aiuto solo se subentrante è un agricoltore attivo che rispetta gli impegni presi dal beneficiario per il periodo restante, altrimenti si dovrà procedere al rimborso degli aiuti percepiti. Beneficiario e subentrante sono tenuti ad inviare, tramite PEC, a SDA il modello AGEA inerente “Cambio di beneficiario”

Entità aiuto:

Per bando 2020 stanziati 1.000.000 €, fermo restando che dotazione finanziaria viene fissata in AAA TSDA

Concesso contributo per 5 anni per compensare gli agricoltori dei costi aggiuntivi  e/o dei minori ricavi derivanti dall’adozione delle pratiche di cui in premessa superiori all’ordinarietà (costituita da: regole della condizionalità; requisiti minimi per fertilizzanti e prodotti fitosanitari), pari a 130 €/ha. di superficie inerbita

Ammesso cumulo della presente Misura con Misura 10.1.a (agricoltura integrata), 10.1.d (biodiversità vegetale ed animale), 11.1 e 11.2 (agricoltura biologica), 14.1 (benessere degli animali). Vietato invece il cumulo con la Misura 12.1 (pagamento compensativo per zone agricole Natura 2000) relativamente alle azioni di inerbimento analoghe alla Misura in oggetto

Sanzioni:

Domanda (compresa quella di modifica) presentata in ritardo rispetto al termine fissato ma entro 10/7/2020: aiuto ridotto di 1% per giorno di ritardo.  Domanda inviata dopo 10/7/2020 su SIAN e dopo 31/7/2020 su SIAR, o dopo apertura della fase istruttoria da parte di AGEA o comunicazione di intenzione a svolgere controlli in loco, o qualora modifica non riporta estremi di domanda iniziale: domanda inammissibile

In caso di mancato rispetto degli impegni di condizionalità o di quelli specifici della Misura: riduzione o esclusione dal beneficio, in funzione della gravità, entità e durata dell’inadempienza.

In caso di superficie dichiarata in quantità superiore di oltre il 3% o 2 ha. rispetto a quella accertata: aiuto ridotto di 1,5 volte la differenza riscontrata, comunque non oltre il 100%  dell’importo richiesto, calcolato in base alla superficie dichiarata. Se la differenza tra la superficie dichiarata e quella accertata è inferiore a 10% di quella rilevata: sanzione ridotta del 50% + nessuna sanzione per anni precedenti. Se comminata un’altra sanzione nell’anno successivo per analoga inadempienza: sanzione piena applicata alla domanda di anno successivo + versamento conguaglio relativo alla sanzione ridotta di cui ha beneficiato nell’anno precedente