ERDIS

ERDIS (LR 4/17)  (enti24)

Soggetti interessati:

Istituti universitari, Istituti superiori di grado universitario, Istituto di alta formazione artistica, musicale, coereutica (AFAM), Istituti tecnici superiori (ITS), Istituto superiore per industrie artistiche (ISIA), studenti.

Iter procedurale:

L.R. 4/17, come modificata da L.R. 43/19:

a)istituisce “Ente regionale per diritto allo studio” (ERDIS), avente sede legale presso Giunta Regionale

b)sopprime ERDIS di Ancona, Camerino, Macerata, Urbino

ERDIS è dotato di personalità giuridica di diritto pubblico, autonomia gestionale, amministrativa, patrimoniale e contabile ed opera in conformità alla programmazione regionale e secondo le direttive impartite da Giunta regionale.

ERDIS esercita seguenti funzioni:

  1. stipula, entro 6 mesi da nomina degli Organi (sulla base delle disposizioni contenute  nel Programma regionale e secondo le direttive di Giunta Regionale), convenzioni con Università, secondo “principio di prossimità”, per la gestione degli interventi a favore del diritto allo studio, anche nei confronti di studenti di AFAM, ITS aderenti e ISIA (in tal caso convenzioni sono stipulate con legali rappresentanti  di tali Istituti). Convenzioni, aventi durata di almeno 5 anni, contengono:

a)modalità di gestione dei servizi,  in modo efficiente, efficace, economico. Al riguardo Università possono gestire direttamente gli interventi, o tramite Organismi previsti da normativa di settore, assicurando comunque continuità e “autonomia di iniziativa e libera scelta agli studenti”, anche allo scopo di favorirne il corretto inserimento nella vita universitaria e nell’attività lavorativa (contrastare il fenomeno dell’abbandono degli studi universitari)

b)modalità di uso dei beni mobili, immobili ed attrezzature trasferite da ex ERSU, fermo restando  il mantenimento della loro consistenza e funzionalità

c)modalità di assegnazione del personale ERDIS ad Università, per il conseguimento degli obiettivi di LR 4/17, secondo quanto concordato con Organizzazioni sindacali, in merito a: orari di lavoro; modalità di assegnazione delle risorse finanziarie; mansioni attribuite. Si cercherà di mantenere stessa dotazione organica, in modo da garantire analogo livello dei servizi erogati in precedenza da singoli ERSU

d)destinazione delle risorse disponibili e loro ripartizione, in base a: trasferimenti effettuati da Giunta regionale negli ultimi 3 anni; livello medio dei servizi erogati in tale periodo; risorse assegnate nel suddetto periodo ad ogni ERSU soppresso

e)modalità di esecuzione degli interventi di manutenzione (ordinaria e straordinaria) su immobili e relative modalità di funzionamento

Università, a seguito di stipula accordi/convenzioni, provvedono a:

a)emanare bandi per servizi a concorso

b)verificare possesso e permanenza dei requisiti richiesti per accesso ai servizi a concorso

c)erogare prestazioni finanziarie, nonché organizzare e gestire i servizi

d)presentare ad ERDIS e Giunta Regionale un rapporto annuale su attuazione degli interventi

e)utilizzare sistema  informativo predisposto da Regione per gestire diritto allo studio, implementandolo con dati richiesti da Giunta Regionale

f)integrare gli interventi previsti da  3 di L.R. 4/17 (v. scheda “diritto allo studio”) per diritto allo studio di cui sopra, con ulteriori  servizi, attuati autonomamente o in collaborazione con altri Enti/Istituzioni locali, senza oneri per Regione

g)ricorrere ad eventuali Organismi esterni per fornire servizi, purché questi chiudono bilancio annuale in pareggio e si impegnano a tenere una contabilità economica e patrimoniale in conformità a norme nazionali ed a disposizioni di Giunta regionale.

In caso di mancata stipula di tali convenzioni/accordi, organizzazione ed offerta dei servizi realizzata da ERDIS tramite presidi organizzativi territoriali  (operano secondo modalità stabilite in statuto di ERDIS). Se Università non sottoscrive convenzione, gestione di interventi a favore diritto allo studio affidata ad altra Università, previo accordo tra le parti interessate

2)       esegue controlli su qualità ed omogeneità dei servizi erogati

3)       effettua monitoraggio nella gestione degli interventi

4)       presenta a Giunta Regionale e Conferenza Regionale per diritto allo studio, una relazione annuale sui risultati  dei  controlli e monitoraggio attuati

5)       si avvale di Stazione Unica Appaltante Marche (SUAM) per acquisire beni e servizi necessari alla realizzazione dei suddetti interventi. Bandi di gara, avvisi, inviti (in particolare quelli ad alta intensità di manodopera, non di natura intellettuale) debbono contenere clausole su modalità di: aggiudicazione di contratti/appalti pubblici; procedure di appalto di Enti erogatori nei settori acqua, energia, trasporti, postali, nell’intento di promuovere “stabilità occupazionale del personale impiegato” (anche tramite applicazione dei contratti collettivi di settore)

6)       definisce ogni anno un sistema tariffario riferito ai diversi servizi forniti

7)       istituisce una gestione stralcio del piano, in base a modalità definite da Giunta Regionale, per interventi di ristrutturazione e manutenzione conservativa su immobili acquisiti da ERDIS

Se rilevate difformità o inadempienze rispetto a quanto stabilito dalla programmazione regionale, ERDIS si sostituisce ad 1 o più soggetti a cui affidata gestione degli interventi.

Organi di ERDIS sono:

  • Consiglio di Amministrazione, costituito da 5 membri, di cui 4 eletti da Assemblea  regionale tra soggetti designati dalle Università marchigiane (di cui 1 con funzioni di Presidente ed 1 con funzioni di Vice Presidente) ed 1 designato dal Consiglio degli studenti delle Università marchigiana e da AFAM (resta in carica 12 mesi ed è sostituito a rotazione, per i successivi 12 mesi fino allo scioglimento del Consiglio di amministrazione stesso, secondo il seguente ordine: Università di Camerino; Università di Macerata; Università Politecnica delle Marche; Università di Urbino; AFAM). Rappresentante degli studenti di AFAM è designato in un’apposita seduta convocata dal Direttore di ERDIS presso la sede legale dell’Ente (eletto lo studente che consegue il maggior numero di voti; in caso di parità si procede al ballottaggio), mentre il rappresentante degli studenti sempre indicato (entro 30 giorni dalla richiesta  della Regione) dal Consiglio degli studenti (decade al conseguimento della laurea, o in caso di cessazione, per qualsiasi causa, della sua iscrizione ad Università delle Marche). Consiglio, nominato con decreto del Presidente della Giunta Regionale, ha stessa durata della legislatura regionale ed ha il compito di:

a)approvare statuto di Ente e sue modifiche, in cui disciplinare, tra l’altro, il funzionamento del Consiglio, compresa validità delle riunioni del Consiglio (a maggioranza dei componenti) e delle deliberazioni assunte (a maggioranza dei presenti)

b)approvare regolamenti interni per organizzare uffici, contabilità, contratti

c)definire obiettivi da conseguire nei programmi annuali e pluriennali di attività di ERDIS

d)approvare strumenti di programmazione e rendicontazione contabile, in conformità a direttive di Giunta Regionale

e)adottare atti relativi a: esercizio delle funzioni di controllo su qualità delle prestazioni/servizi erogati; esecuzione monitoraggio su gestione interventi

f)quantificare risorse umane, materiali ed economico finanziarie da destinare a varie attività di Ente

g)ripartire, all’interno di Ente, le risorse umane, materiali ed economico finanziarie

h)verificare la rispondenza dei risultati di attività amministrativa e gestionale ad indirizzi impartiti

i)approvare accordi e convenzioni con Università

j)approvare relazione annuale

k)approvare sistema tariffario per ogni servizio prestato

l)deliberare in materia di liti attive e passive, rinunce e transazioni

m)autorizzare Direttore a stipulare convenzioni/contratti

n)deliberare in merito a: acquisto ed alienazione di beni immobili; accettazione di donazioni, eredità, legati; eventuali forme di collaborazione  di studenti ad attività connesse agli interventi per diritto allo studio

Consiglio si riunisce almeno 1 volta ogni 2 mesi, e può essere sciolto da Giunta Regionale in caso di inadempienze ed irregolarità.

  • Presidente:

a)ha la rappresentanza legale dell’Ente; convoca e presiede il Consiglio di Amministrazione, stabilendone ordine del  giorno; vigila su esecuzione delle delibere del Consiglio

b)stipula accordi/convenzioni non rientranti nelle competenze di Direttore, previa autorizzazione del Consiglio

c)segnala a Giunta Regionale, su indicazione di Direttore, difformità o inadempienze rispetto a quanto stabilito negli atti

Vice Presidente sostituisce  il Presidente in caso di suo impedimento o assenza, secondo quanto stabilito nello statuto

  • Revisore Unico (Nominato dal Consiglio Regionale tra gli iscritti al Registro nazionale dei revisori contabili) ha durata di 3 anni, partecipa alle riunioni del Consiglio (senza diritto di voto) e svolge funzioni di controllo e verifica contabile.
  • Direttore, nominato dal Consiglio, su proposta di Giunta Regionale,  prioritariamente tra dirigenti in servizio presso ERDIS o presso strutture organizzative  di Giunta. Se Giunta decide di designare un soggetto esterno (in possesso di laurea in qualifiche dirigenziali e con esperienza  di almeno 5 anni nella direzione di sistemi organizzativi complessi), attiva una procedura ad evidenza pubblica, imperniata su contratto di diritto privato non superiore a 5 anni. Direttore ERDIS è incompatibile con: incarichi presso Enti  privati sottoposti al controllo pubblico; attività di lavoro autonomo o subordinato nei termini fissati nel contratto di lavoro. Direttore ha il compito di:

a)eseguire controlli e monitoraggio su attività di ERDIS

b)collaborare con Presidente negli adempimenti a questo assegnati

c)effettuare gestione tecnica, amministrativa e contabile di ERDIS

d)inviare al Consiglio entro 31 Marzo una relazione su attività svolta nell’anno precedente

Giunta Regionale esercita vigilanza su seguenti atti di ERDIS:

a)statuto

b)regolamento di organizzazione e contabilità

c)strumenti di programmazione e rendicontazione contabile

d)dotazione organica e sue variazioni

e)alienazione e acquisto di immobili

f)accensione di mutui e prestiti

g)programmazione annuale delle attività

h)accordi/convenzioni stipulati con Università

Entità aiuto:

ERDIS dispone di personale proprio (compreso quello distaccato presso Università, che a scadenza di convenzione rientra in ERDIS) con rapporto di lavoro dipendente.

Al personale di ERDIS applicato contratto nazionale di lavoro (CCNL) del personale di Regione/Autonomie  locali (comprese aree dirigenziali). Al momento del trasferimento ad ERDIS, personale ex ERSU mantiene posizione giuridica ed economica (compresi trattamenti accessori), nonché anzianità di servizio maturata e trattamento di previdenza vigente. Gestione  del trattamento previdenziale ed assistenziale di personale ERDIS affidata, mediante convenzione, a Servizio regionale del personale. Ad ERDIS  sono trasferite risorse adeguate per finanziare voci fisse e variabili del trattamento economico del personale (compresa progressione economica orizzontale), in base alla spesa sostenuta per personale in servizio presso ogni ERSU nell’anno precedente.

Presidente ERDIS beneficia di indennità di carica mensile fissata da Giunta regionale, mentre ai componenti del Consiglio di amministrazione spetta gettone di presenza + rimborso spese documentate.

Al Revisore unico corrisposta indennità di carica, non oltre 50% del compenso spettante ai componenti del Collegio revisori conti di Regione Marche.

Giunta definisce trattamento economico di Direttore, entro limiti massimi di quello percepito dal Dirigente apicale di strutture organizzative di Regione.

Posted in: