AIUTO FABBRICAZIONE SUCCO UVA (Reg

AIUTO FABBRICAZIONE SUCCO UVA (Reg. 1493/99, 1263/00)  (vinici11)

Soggetti interessati:

Produttori singoli ed associati che producono od acquistano uve, mosto di uva, mosto di uva concentrato di provenienza CE e li trasformano in succo uva o succo di uva concentrato o “in altri prodotti commestibili a base di succhi di uva”, purché:

–          in regola con distillazioni obbligatorie previste per campagna precedente

–          operazioni di fabbricazione di succo uva avviene nel periodo 1 Settembre – 31 Agosto

–          materie prime impiegate di qualità sana, leale, mercantile

–          mosti di uva dotati di massa volumica a 20°C compresa tra 1,055 e 1,100 gr. per centimetro cubo.

Utilizzatore è qualsiasi operatore diverso da trasformatore che effettua operazioni imbottigliamento, condizionamento, conservazione, vendita di “miscele con altri prodotti diversi nel mosto di uve”

Iter procedurale:

Trasformatore, prima inizio campagna (in caso di nuova attività prima inizio attività), invia ad AGEA programma di elaborazione succo uva, comprendente: natura della materia prima impiegata (uva, mosto di uve), luogo di magazzinaggio di mosto di uve o mosto di uve concentrato, luogo ove attuata trasformazione.

Nel caso trasformatore effettui operazioni periodiche inviare ad AGEA, almeno 3 giorni prima inizio operazioni, dichiarazione contenente:

–          generalità ragione sociale, indirizzo del richiedente;

–          indicazione zona viticola da cui provengono materie prime impiegate;

–          natura delle materie prime (uva, mosto uva, mosto concentrato di uva);

–          luogo di magazzinaggio di mosto di uve e mosto di uve concentrato;

–          luogo di trasformazione;

–          data inizio operazioni trasformazione, loro presunta durata;

–          quantità di uve e massa volumica per mosto di uve e mosto concentrato previsto per trasformazione, comunque non inferiore a: 13 q.li per uve; 10 Hl. per mosto di uva; 3 Hl. per mosto concentrato di uva.

Programmi e dichiarazioni presentati in 2 copie, di cui 1 restituita vidimata a trasformatore.

Trasformatori che impiegano meno di 5 t. di uva, 40 Hl. di mosto uva, 20 Hl. di mosto concentrato di uva esonerati da invio dichiarazione e programma, ma sufficiente comunicazione ad inizio campagna, contenente: generalità ed indirizzo trasformatore, natura materia prima, luogo magazzinaggio materie prime, luogo di trasformazione.

Trasformatori tiene contabilità di magazzino contenente:

–          quantità e massa volumica materie prime entrate ogni giorno in impianto e generalità venditori

–          quantità e massa volumica materie prime utilizzate ogni giorno

–          quantità succhi di uva ottenuti ogni giorno

–          quantità succhi di uva usciti ogni giorno da impianti e generalità destinatari, o quantità succhi impiegati direttamente da trasformatore.

Contabilità di magazzino e documenti accompagnamento conservati a disposizione Organi controllo.

Trasformatore è anche utilizzatore se effettua direttamente imbottigliamento, confezionamento o condizionamento succo d’uva, o succo d’uva concentrato, o procede alla sua conservazione per vendita ad 1 o più imprese, o esegue “preparazione prodotti commestibili a base di succo”. Utilizzatore invia dichiarazione di impegno a non trasformare succo d’uva in prodotti della vinificazione prima del suo impiego od entro 4 mesi da invio domanda di aiuto. Ufficio Repressione Frodi esegue controlli su almeno 20% dichiarazione per verificare rispetto impegno.

Se trasformatore invia succo d’uva ad utilizzatore in Paese CE deve riportare nel documento accompagnamento indicazione se invia o meno domande di aiuto. Utilizzatore, entro 15 giorni da ricevimento prodotto, trasmette documento accompagnamento ed impegno ad Ufficio Repressione Frodi che prima della sua vidimazione, si accerta effettivo arrivo a destinazione quantità indicata. Documento accompagnamento vidimato spedito a trasformatore entro 30 giorni da Ufficio Repressione Frodi.

Documenti contabili da conservare a disposizione Organi di controllo. 

Trasformatore presenta ad AGEA entro 6 mesi da conclusione campagna domanda di aiuto (Nel caso trasformatore effettui operazioni periodiche, entro 6 mesi da conclusione operazione), specificando: quantità materie prime trasformate e data conclusione operazioni. Allegare:

1)       copia programma di trasformazione vidimato o copia dichiarazione di trasformazione nel caso di operazioni periodiche

2)       copia o riepilogo contabilità di magazzino

Entro 6 mesi da domanda inviare:

1)       documento di accompagnamento vidimato da Ufficio Repressione Frodi in caso di spedizione succhi di uva ad utilizzatore

2)       documento accompagnamento vidimato da Ufficio doganale in caso di esportazione succhi di uva

Se documenti trasmessi nei 6 mesi successivi a tale scadenza, aiuto ridotto del 30%. Dopo tale data, nessun aiuto versato.

AGEA versa aiuto entro 3 mesi da invio documentazione e previo accertamento diritto ad aiuto. Trasformatore può chiedere anticipo, previa costituzione cauzione pari a 120% aiuto richiesto (Importo unitario moltiplicato per quantitativi di succhi d’uva ottenuti di cui si fornisce prova). Anticipo versato entro 3 mesi da costituzione cauzione, comunque non prima 1 Gennaio campagna considerata. Dopo aver verificato regolarità operazioni e documenti inviati, cauzione svincolata, altrimenti incamerata se quantitativo elaborato non raggiunge  95% di quello oggetto di anticipo (Se compreso tra 95% e 99%, cauzione incamerata in proporzione)..

Salvo caso di forza maggiore, se trasformatore non adempie ad obblighi previsti, aiuto ridotto in proporzione a gravità infrazione compiuta.

AGEA esegue controlli presso impianti di trasformatore ed utilizzatore, anche mediante analisi tenuta contabilità di magazzino.

Stato membro comunica a Commissione entro 30 Aprile quantità di materie prime oggetto di domanda di aiuto e per cui concesso aiuto distinti secondo la loro natura.

Entità aiuto:

A partire da campagna 2000/01 nessun aiuto concesso a succo d’uva ottenuto da uve da tavola.

Aiuto fissato in: 4,952 EUR/100 kg. di uva; 6,193 EUR/Hl. di mosto di uva; 21,655 EUR/Hl. di mosto di uva concentrato.

Aiuto versato per quantitativo effettivamente elaborato nel rispetto dei seguenti rapporti tra materia prima impiegata e succo uva: 1,30 per uve; 1,05 per mosto di uva; 0,30 per mosto concentrato di uve. In caso di fabbricazione di succo d’uva concentrato, coefficiente moltiplicato per 5

 

 

 

 

 

 

Posted in: